Vigili distratti, è boom di incidenti a Napoli: in dieci anni danni per 360mila euro

Sabato 4 Dicembre 2021 di Paolo Barbuto
Vigili distratti, è boom di incidenti a Napoli: in dieci anni danni per 360mila euro

Anche i vigili possono distrarsi, sbagliare, frenare in ritardo e centrare un'altra vettura: sono umani e ovviamente possono commettere errori. Come tutti gli altri cittadini, anche i vigili quando sono colpevoli di un incidente si fermano e lasciano i propri dati, ci penserà l'assicurazione, poi, a sistemare le cose. Il fatto è che i vigili in strada ci stanno tantissimo e con centinaia di mezzi, sicché gli incidenti si moltiplicano: negli ultimi dieci anni le assicurazioni hanno sborsato più di 360mila euro in risarcimenti danni provocati dalla polizia municipale.

Uno degli incidenti più clamorosi, che ha costretto l'assicurazione a sborsare tanti quattrini, è avvenuto nella notte di San Silvestro dell'anno scorso. Erano passate da poco le 23, in città c'era la frenesia da ultimi dell'anno e c'erano anche i vigili in servizio per governare il caos. Un furgoncino Doblò della polizia municipale, in un momento di distrazione, provocò un incidente e nel botto finirono centrate addirittura tre automobili. Totale del risarcimento 19.147 euro, il secondo valore più importante degli ultimi dieci anni. Il terzo valore in fatto di risarcimenti, spetta a un altro Doblò che a febbraio ha provocato un incidente che ha generato risarcimenti pari a 15.500 euro: anche in questo caso un bel botto. 

Il valore più importante per un incidente dei vigili è superiore ai 50mila euro, risale a un evento del 2014 del quale, però, non ci sono dettagli.

Tutti i particolari della polizia municipale sono contenuti del rapporto allegato al bando per la nuova polizza di assicurazione che deve essere firmata in fretta perché scadrà il prossimo 31 di dicembre. Si tratta delle polizze che riguardano solo i mezzi di proprietà della polizia municipale, principalmente moto, furgoni e carri attrezzi oltre qualche auto civetta: le auto di servizio sono in leasing e la formula comprende anche il premio assicurativo che, così, non deve essere garantito a parte. Da qualche mese anche il servizio di carri gru a Napoli è stato affidato a una ditta esterna, sicché per il futuro i carri dei vigili resteranno fermi e non avranno bisogno di copertura assicurativa. 

Video

Proprio i carri gru rappresentano il punto dolente delle richieste di risarcimento avanzate alla polizia municipale. Ci sono, in particolare, due carri che, negli ultimi dieci anni, hanno macinato richieste a ripetizione: il primo Iveco, solo tra il 2018 e il 2019 ha infilato cinque aperture di pratiche per un valore prossimo agli ottomila euro, il secondo, sempre Iveco, in tre anni ha prodotto tre soli danni ma ben consistenti, in particolare uno da più di tremila euro.

Spiegano dal comando di via De Giaxa che quelli dei carri attrezzi non sono incidenti nel senso classico del termine. Le persone che vanno a ritirare l'auto dopo che è stata prelevata, si accorgono, talvolta, che durante il trasporto ci sono stati problemi e attivano la richiesta di rimborso.

La questione, onestamente, non cambia di molto, anzi peggiora le cose perché la distrazione alla guida ci può stare, il danno provocato durante il trasporto del carro attrezzi, invece, può avere una sola matrice, ed è quella dell'errore sul lavoro da parte degli addetti (che non sono vigili, ovviamente).

Nel novero degli incidenti ci sono, ovviamente, anche tante moto: clamoroso l'impatto di una Honda Xl 700 che, nel 2019 provocò danni per 11mila euro. 

Ultimo aggiornamento: 18:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA