Napoli, la scuola a rischio
che non riesce a traslocare

di Paolo Barbuto

  • 129
Questa è la storia di una scuola che i bambini adorano, eppure è una storia triste. L’hanno sporcata col veleno delle bugie, l’hanno maltrattata con la violenza dei social. E invece la scuola amata e maltrattata, la «Baracca-Vittorio Emanuele», in questa assurda vicenda di amministrazione zoppicante, non ha nessun ruolo se non quello di spettatrice.  Accade che una porzione dell’istituto, diviso in quattro differenti sedi, tutte al servizio del Quartieri Spagnoli con qualche propaggine verso il Pallonetto di Santa Lucia, ha bisogno di verifiche: si tratta del plesso «Baracca» di Vico Tiratoio dove la preside (sarebbe «dirigente scolastica», ma la burocrazia cancella la magìa delle parole antiche) Sara Sica ha chiesto di controllare la solidità della scalinata interna che le sembrava in cattivo stato.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 25 Settembre 2018, 08:36 - Ultimo aggiornamento: 25-09-2018 09:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP