Napoli, studenti in piazza per la morte di Giuliano de Seta: «No alternanza scuola-lavoro»

Napoli, studenti in piazza per la morte di Giuliano de Seta: «No alternanza scuola-lavoro»
Sabato 17 Settembre 2022, 13:02
2 Minuti di Lettura

Studenti dei movimenti napoletani hanno gridatò la loro rabbia e il loro dolore per la morte di Giuliano de Seta, il 18enne deceduto ieri mentre svolgeva uno stage in un'azienda di San Donà di Piave. In occasione dell'iniziativa di Unione popolare con Luigi de Magistris e Pablo Iglesias, gli studenti hanno esposto lo striscione «Ricomincia la scuola, ricominciano i morti. No Alternanza».

Un rappresentante del movimenti studenteschi ha preso la parola ricordando che la morte di Giuliano segue quelle avvenute a gennaio di Lorenzo Parelli e a febbraio di Giuseppe Lenoci, anche loro deceduti mentre svolgevano le attività in azienda previste dall'alternanza scuola-lavoro. «Non possiamo trovare le parole per questa terza vittima - ha detto lo studente - per Giuliano schiacciato da una trave.

Nel nostro Paese c'è una media di un morto sul lavoro al giorno ed era prevedibile che accadesse anche agli studenti in azienda. Sappiamo - ha aggiunto - chi sono i responsabili: il Pd e il governo Renzi che hanno approvato la riforma della Buona Scuola».

© RIPRODUZIONE RISERVATA