Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli, migliaia di farmaci per l'Ucraina:
la solidarietà del quartiere Ponticelli

Sabato 6 Agosto 2022 di Alessandro Bottone
Napoli, migliaia di farmaci per l'Ucraina: la solidarietà del quartiere Ponticelli

Migliaia di farmaci per l'Ucraina. Parte da Napoli la grande iniziativa di solidarietà verso il popolo ucraino attraverso le donazioni di numerosi residenti di Ponticelli, quartiere nella zona orientale di Napoli, su appello della comunità della storica basilica 'Madonna della Neve' che ieri ha accolto alcuni dei volontari che raggiungeranno Leopoli.

In campo i volontari dell'associazione Mediterranea Saving Humans attraverso la missione Med Care che permetterà di far arrivare in Ucraina farmaci e tanto altro materiale sanitario raccolti e donati dai napoletani, e non soltanto. Ieri sera gli attivisti - impegnati a recuperare i pacchi riempiti nelle ultime ore - hanno preso parte alla celebrazione in piazza Aprea a Ponticelli organizzata in occasione della festa in onore della Madonna della Neve. É stato l'Arcivescovo metropolita di Napoli, don Mimmo Battaglia - che ha presieduto la messa - ad annunciare la partenza della missione in sostegno delle popolazioni colpite dall'invasione russa. La celebrazione è stata aperta dal saluto di don Mattia Ferrari che ha parlato dell'impegno dell’associazione e delle sue iniziative verso le persone sofferenti.

«Grazie per aver voluto sostenere concretamente questa missione e grazie per aver voluto far risuonare la voce di Mediterranea Saving Humans nella celebrazione della Madonna della Neve. Grazie soprattutto per essere accanto a tutte e tutti noi in questa missione, in mare, in Libia con Refugeesinlibya, in Ucraina, nelle nostre città e in ogni parte del mondo», ha scritto don Mattia Ferrari su Facebook.

«Grazie a Don Marco Liardo, alle dottoresse Gaia De Martino e Gaia Migliaccio ed a tutti i volontari e le volontarie che hanno raccolto i farmaci ed il materiale sanitario che porteremo in Ucraina. La mobilitazione territoriale che si sta sviluppando intorno alle nostre missioni di mare e di terra, ci da forza e determinazione. Abbiamo bisogno del sostegno di tutti per portare umanità e salvare le persone», è il commento di Mediterranea Napoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA