La corsa a ostacoli per salvare Alex: troppi donatori, analisi in ritardo

di Mariagiovanna Capone

0
  • 2
L'ultimo weekend è stato quello fondamentale. La ricerca spasmodica di un donatore di midollo osseo per Alessandro Maria Montresor è tutta racchiusa in quelle migliaia di persone che tal Nord al Sud hanno partecipato alle campagne per la tipizzazione organizzato dalla Amdo (Associazione donatori midollo osseo) con la campagna «Match4Alessandro. Match4All». Ogni giorno che passa si spera che arrivi finalmente la notizia del donatore compatibile al 100 per cento con il piccolo di un anno e mezzo affetto da linfoistiocitosi emofagocitica. Finora sono state soltanto tre le compatibilità identificate ma tutte all'80 per cento, e cioè non sufficienti per i rigidi protocolli del Great Ormond Street Hospital di Londra dove è ricoverato da questa estate. In queste ore, però da parte dei familiari è sorto il timore che il numero elevato di analisi raccolte in queste settimane (sfiorano le 30 mila) non possano arrivare in tempo all'Ospedale Galliera di Genova dove i campioni vengono inviati dai vari centri e qui inseriti nel registro donatori di midollo osseo (Ibmdr). Secondo i familiari, a Genova sarebbero arrivati meno di 3.000 campioni.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 13 Novembre 2018, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 13-11-2018 12:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP