Napoli, vertice per la Mondadori: «Manca un documento per aprire»

Galleria, il piano rilancio continua: giovedì apre al pubblico Starbucks

La Mondadori aperta e chiusa
La Mondadori aperta e chiusa
di Gennaro Di Biase
Lunedì 20 Maggio 2024, 23:45 - Ultimo agg. 21 Maggio, 17:01
4 Minuti di Lettura

Caso Mondadori in Galleria Umberto: come anticipato su queste pagine, si è svolto ieri mattina il tavolo tecnico per provare a risolvere l’impasse della chiusura dello store culturale, arrivata a una manciata di ore dall’inaugurazione di venerdì pomeriggio, dopo un blitz immediato della polizia municipale di Chiaia. Il provvedimento che ha imposto la sospensione della vendita è arrivato - come spiegato dall’amministrazione - a causa di una mancanza di congruità tra la Scia presentata e l’ampiezza dei locali. Dai gestori della libreria ci si augura tempi stretti per la ripresa dell’attività e trapela ottimismo dopo la riunione, che si è svolta «in un clima di grande collaborazione». Dal Comune si conferma la «disponibilità verso le iniziative che contribuiscano al rilancio della Galleria». Allo stesso tempo però, a margine della nota ufficiale rilasciata ieri sul caso Mondadori, Palazzo San Giacomo parla di «tempi di riapertura non brevissimi». Il punto centrale del testo dell’amministrazione riguarda la necessità di «verificare i requisiti di sicurezza» per portare a termine «l’iter autorizzatorio». Per dopodomani, intanto, la Umberto I è attesa da un’altra inaugurazione importante: il 23 maggio aprirà al pubblico Starbucks, la caffetteria in stile americano, che occupa i locali adiacenti a quelli della Mondadori, dal lato di via Santa Brigida.

La burocrazia 

La linea dell’amministrazione, ribadita dopo i controlli degli agenti arrivati venerdì pomeriggio, è tesa a sottolineare la necessità che i gestori della libreria (tra le più grandi d’Italia) presentino al Suap una documentazione per una «struttura commerciale di medie dimensioni». Rispetto alla semplice Scia (segnalazione di inizio attività), per le «medie dimensioni» cambiano gli standard di «sicurezza». In altre parole, la sicurezza di un locale può essere di due tipi: di ordine pubblico (che riguarda le vie di fuga) e degli impianti (elettricità o prevenzione antincendio). In buona sostanza, la Scia non basta, come già il Suap aveva evidenziato nelle scorse settimane. «L’attività occupa circa 1.120 mq – scrive il Comune – è richiesta l’autorizzazione di media struttura e non una semplice Scia, confermando la piena disponibilità a procedere, nel rispetto delle regole, nell’iter autorizzatorio previa verifica dei requisiti di sicurezza corrispondenti». Questo il punto centrale del testo diramato ieri dall’amministrazione.

Video

La disponibilità

L’apertura della Mondadori (investimento da 1,9 milioni), così come quella di Starbukcs, era prevista già a ridosso del 2023. A rimandarle a questa primavera furono proprio problemi di natura burocratica sorti in un luogo tutelato come la Umberto I. Va sottolineato però che i locali occupati oggi da questi due grandi marchi hanno alle spalle un lungo decennio di nulla. Circa 12 anni fa, qui c’era un’attività dei Barbaro, poi fallita (la famiglia Barbaro è naturalmente ancora più che attiva in Galleria). Naturalmente, nel corso dei decenni, le norme di sicurezza per i locali commerciali sono diventate più stringenti. Tornando alla libreria, la nota del Comune prosegue evidenziando «disponibilità»: «Il rilancio della Galleria Umberto - dove sono partiti i lavori di ristrutturazione - rappresenta una priorità per il sindaco Gaetano Manfredi e l’intera Amministrazione. In tale ottica, massima disponibilità dell'amministrazione alle iniziative che possono contribuire al rilancio stesso. Il Comune ha ribadito - dopo averlo evidenziato preventivamente nelle scorse settimane - che per l’apertura dell’attività, In prossimità dell’inaugurazione, il Suap ha evidenziato l’inefficacia delle precedenti comunicazioni indicando la procedura corretta da seguire per il rilascio dell’autorizzazione appropriata rispetto alle dimensioni della struttura».

© RIPRODUZIONE RISERVATA