Montagne di rifiuti a Pianura, la denuncia degli operatori Asia: «I cittadini non ci aiutano»

di Oscar De Simone

A Napoli l’emergenza rifiuti sembra essere inarrestabile e continua ad allarmare i cittadini. In molti quartieri la spazzatura invade le strade e i marciapiedi rendendo difficile anche il passaggio pedonale. Uno di questi è certamente Pianura, dove sono in difficoltà gli stessi dipendenti dell’Asia.

«Qui la situazione è seria – affermano – e non sappiamo in che modo contrastarla. A volte sembra di assistere a delle gare tra noi e i pirati dei rifiuti. Dopo una giornata di lavoro ci ritroviamo le strade sporche in poche ore. Neanche l’isola ecologica riesce a fermarli. C’è chi preferisce caricare la macchina e sversare accanto ad un marciapiede, piuttosto che andare nel punto di raccolta. Incivili che buttano rifiuti in qualsiasi orario e che riescono sempre a farla franca».
 

Ad allarmare gli operatori ecologici c’è anche la mancanza di personale che richiede più lavoro nelle aree maggiormente interessate dal fenomeno.

«Siamo pochi in questo periodo. Tra ferie, pensionati e mancanza di lavoratori siamo ai minimi termini. A volte copriamo da soli chilometri di strada e non è facile. Noi facciamo il nostro dovere, ma c’è bisogno dell’aiuto dei cittadini che sono i primi responsabili di questa situazione».
Domenica 18 Agosto 2019, 14:56 - Ultimo aggiornamento: 18-08-2019 17:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP