È napoletano il Ceo premiato da Forbes

Venerdì 3 Dicembre 2021
È napoletano il Ceo premiato da Forbes

E' un napoletano doc il Ceo premiato da Forbes come migliore amministratore nei Ceo Italian Awards 2021. Antonio Graziano ottiene l'ambito riconoscimento grazie a una innovativa tecnologia rigenerativa del Gruppo Hbw che aveva avviato il suo primo centro proprio a Napoli.

La storia dei ricercatori che partono dal Sud per conoscere un successo internazionale sembra un refrain ripetuto come contentino per un Mezzogiorno arretrato dal punto di vista tecnologico e della ricerca. Per Antonio Graziano, invece, è storia vera. E oggi, in qualità di Ceo del Gruppo HBW, leader su scala internazionale nel segmento del Biotech, brilla tra i top manager del 2021 secondo la prestigiosa rivista Forbes. 

Il riconoscimento è stato assegnato a Milano e premia le figure di vertice più innovative e di successo in diversi ambiti del business: dal Tech al Food&Wine, dall’Healthcare allo Sport, dall’Energy al Design. Si tratta degli imprenditori italiani che, secondo il ranking Forbes, rappresentano i “Capitani del made in Italy” più innovativi e di successo. Tra loro spicca Graziano: «Sono molto felice - dichiara - perché si tratta di un riconoscimento di spessore per tutte le donne e gli uomini che lavorano nel Gruppo HBW ogni giorno. Solo grazie a loro anno dopo anno siamo riusciti a creare una realtà rivoluzionaria: una tecnologia che oggi viene distribuita in oltre 50 nazioni, per aiutare centinaia di migliaia di pazienti. Il merito va dunque a tutta la squadra che da sempre si impegna per promuovere una tecnologia Made in Italy. Il nostro team la produce, la certifica e la distribuisce, con una attenzione sempre forte sugli aspetti commerciali, scientifici e di training per i medici. Così oggi possiamo dirci orgogliosi ambasciatori della scienza e della medicina in Italia. La sinergia con i nostri uffici di Barcellona dimostra una volta di più che quando l’Europa fa sistema funziona molto meglio rispetto alle iniziative delle singole nazioni». Nel discorso di ringraziamento Graziano ha citato i suoi soci Riccardo d’Aquino (inventore della tecnologia insieme a Graziano), Alberto Sicurella e Giancarlo Arra.

Graziano è stato premiato come top manager nella categoria Healthcare grazie all’innovativa tecnologia rigenerativa dei tessuti, Rigenera HBW, nata nel 2013 dopo un decennio di ricerca nel campo delle biotecnologie. Sono oltre 50, ad oggi, i Paesi nel mondo che utilizzano la metodica ed il device prodotto da HBW in numerosi ambiti clinici tra cui: dermatologia, chirurgia plastica, ortopedia e odontoiatria. In particolare Rigenera HBW consente di riparare i tessuti danneggiati grazie ad una linea di dispositivi medicali di ‘Classe IIA’ che esprimono elevate performance. La procedura, minimamente invasiva per il paziente, è rapida nell’applicazione, indolore, autologa e omologa.

Co-Fondatore del metodo Rigenera HBW, Antonio Graziano è dottore di Ricerca in Tecnologie Biomediche applicate alle Scienze Odontostomatologiche. È Adjunct associate Professor presso il Center of Biotechnology - SHRO della Temple University, negli USA, e professore a contratto presso l’Università degli studi di Pavia. Graziano è inoltre inventore di tre brevetti su procedure di selezione e utilizzo clinico di cellule staminali umane, oltre che autore di decine di pubblicazioni su riviste internazionali, con circa 3000 citazioni. Graziano sta lavorando alla realizzazione del Polo Tecnologico Piemontese (a Candiolo, Torino) ed è stato nominato presidente del Forum Italiano dell’Export in Regione Piemonte, ente che riveste un ruolo preminente nel nostro Paese in quanto mette in relazione i migliori player istituzionali e gli imprenditoriali legati all’export italiano, un comparto strategico che da solo muove un terzo del Pil italiano.

Ultimo aggiornamento: 16:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA