Napoli: nasce l'Osservatorio Nazionale per la Salute Mentale e Comportamentale

Tra i progetti: lo screening gratuito per la prevenzione alla depressione in 5 Istituti Superiori di Napoli e all’Università Suor Orsola Benincasa.

Medici
Medici
Lunedì 11 Dicembre 2023, 17:30
2 Minuti di Lettura

Venerdì 15 dicembre alle ore 11:30 presso la Chiesa di Santa Maria Materdonimi si terrà la conferenza stampa di presentazione dell'Osservatorio Nazionale per la Salute Mentale e Comportamentale

Nel corso della conferenza interverranno Vincenzo Barretta, Psichiatra e Psicoterapeuta, Presidente dell’Osservatorio Nazionale per la Salute Emotiva e Comportamentale, Ugo Oliviero, Governatore Distretto Rotary 2101, Roberta Vacca, Psicologa, Psicoterapeuta, docente Universita’ Suor Orsola Benincasa, Sunny De Vita, vice segretario CittadinanzAttiva Campania, Vittoria Marmorini, Riabilitatrice Psichiatrica e Psicosociale, psico educatrice e counselor, Stefania Galdiero, docente Universita’ Federico II, Maria Luisa Buono, dirigente scolastico e Presidente Commissione Rotary per i rapporti con le scuole e Carlo Rocco, Avvocato e Presidente Club Rotaract Ercolano.

Tra i progetti: lo screening gratuito per la prevenzione alla depressione in 5 Istituti Superiori di Napoli e all’ Università Suor Orsola Benincasa.

Ansia, depressione, disregolazione emotiva, attacchi di panico, insonnia, stress e ansia da prestazione, disturbi più o meno gravi e invalidanti che possono appartenere, in un determinato momento della vita, ad ognuno di noi.

“I dati sulla salute mentale sono sottostimati a livello nazionale perché il problema riguarda almeno l'80 per cento della popolazione”.

E' quanto emerge dallo studio fatto dall'Osservatorio Nazionale sulla salute mentale e comportamentale.

L'Osservatorio, nasce da un impulso del Distretto del Rotary 2101 e ha coinvolto anche alcune importanti organizzazioni, come CittadinanzAttiva e l'Associazione Noesis, vuole essere uno strumento di aiuto e di prevenzione per il disagio psicologico e comportamentale in tutte le sue forme, partendo con azioni concrete come lo screening per la depressione sulla popolazione giovanile.

Il primo è già partito nel Comune di Portici e sta dando ottimi risultati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA