Napoli, se ti presenti in slip hai lo sconto: trenta per cento in meno sull'abbigliamento

Sabato 14 Maggio 2016 di Alessandra Gargiulo
Sconti a chi si presenta in mutande in negozio. Saranno i tempi moderni, ma per il 30% in meno sui capo griffati ora si fa davvero di tutto. Eppure nulla è nuovo: l'iniziativa era stata lanciata già anni fa da parecchi negozi di abbigliamento europei riscontrando un notevole successo di pubblico. Così Jossa, nel suo negozio di via Carlo Poerio, ha deciso di «saltare il fosso» lanciando la sfida ai clienti napoletani: dalle 10 alle 20 di ieri buono sconto su tutti i capi di abbigliamento per i clienti in mutande.
 
 


Detto, fatto, o quasi: per non sentirsi troppo «osé» c'è chi si è presentato in costume, qualcuno è arrivato ancora troppo vestito, ma «la giornata è trascorsa all'insegna della goliardia - commenta a fine serata Piero Jossa -. Volevamo lanciare un messaggio pubblicitario e ci siamo riusciti avendo anche la presenza di tanti ospiti inaspettati e ben graditi», ex concorrente di Miss Italia compresa. Ma la segretezza richiesta non rivela nomi degli ospiti vip, sebbene sia stata palese - obiettivi dei fotografi al seguito - la partecipazione di Leopoldo Mastelloni che non è passata inosservata: gli scatti in cui lo ritraggono non lasciano dubbi. «Era a Napoli per una festa a cui ha preso parte - spiega Piero Jossa - ed essendo un mio grande amico da quando, anni fa, ci conoscemmo in vacanza a Mikonos, non è voluto mancare».

Saluti, baci e qualche posa in bella mostra mostrando con orgoglio il suo «di dietro». Tutto qui, eppure proprio il camaleontico attore non è stato immune da polemiche per l'esibizione data. Ad evidenziarlo sono il conduttore di Radio Marte Gianni Simioli e il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli polemizzando con l'attore di origini napoletane che in passato non aveva speso belle parole per la città partenopea. «Ancora una volta - affermano - abbiamo la dimostrazione che tanta gente parla male di Napoli solo per avere un po' di visibilità sui giornali» sottolineando come Mastelloni, che qualche tempo fa aveva detto di sentirsi romano perché Napoli era troppo malfamata, era in mutande nei pressi di un negozio napoletano. «Mastelloni ha dato l'ennesima dimostrazione - concludono - di come si possa cadere in basso pur di avere un po' di visibilità». Polemiche che comunque «esulano dalla nostra iniziativa - precisa ancora Piero Jossa -. La clientela ha risposto ironicamente, messa anche a proprio agio dallo staff del negozio, rigorosamente in bermuda. Ultimo aggiornamento: 23:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA