Ergastolo ostativo, l'appello dei giuristi napoletani: «Indietro non si torna»

Venerdì 24 Gennaio 2020
Ergastolo ostativo, da Viola a Cannizzaro: indietro non si torna. È l’appello della platea di giuristi che hanno affollato la sala Livatino, presso il Tribunale di Napoli nord. In un convegno organizzato nel corso del percorso formativo voluto dal consiglio dell’ordine degli avvocati di Napoli nord (presidente Gianfranco Mallardo), sono intervenuti come relatori il penalista Roberto Imperatore,  nella veste di coordinatore della Commissione diritto e procedura Penale del COA di Napoli Nord ed Il giudice per le Indagini Preliminari Vincenzo Saladino.

All’indomani delle sentenze della Cedu del giugno 2019 (che ha accolto il ricorso presentato dall’ergastolano Marcello Viola), e della regiudicata Costituzionale che ha ribadito l’esigenza di tutelare il diritto alla riabilitazione per chi viene processato e giudicato colpevole, si leva l’appello a non tornare indietro. 

Una dibattito che ha animato il corso biennale di formazione e abilitazione degli avvocati di ufficio, in collaborazione con la camera penale (segretario avvocato Antonio Barbato). A marzo nuova possibilità di confronto in un convegno ad hoc, nella sala dibattito del Tribunale di Napoli nord. 

  Ultimo aggiornamento: 19:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA