Napoli, spuntano nuove scritte al posto del murales del rapinatore Caiafa: subito rimosse

Mercoledì 22 Settembre 2021 di Valentino Di Giacomo
Napoli, spuntano nuove scritte al posto del murales del rapinatore Caiafa: subito rimosse

È durato solo pochi giorni l’affronto, lo Stato ha risposto senza indugi. È stata cancellata questa mattina la scritta che era comparsa per Luigi Caiafa in via Sedil Capuano, a Forcella. Sul muro, dove fino allo scorso febbraio compariva un murale con il volto del 17enne babyrapinatore, era infatti ricomparso un nuovo omaggio al ragazzino ucciso mentre tentava una rapina nell’ottobre del 2019. Il murale di Caiafa fu tra i primi ad essere cancellati in quell’operazione di legalità voluta dal prefetto Marco Valentini e dalle forze dell’ordine che ha poi portato nel corso degli ultimi mesi alla cancellazione e all’abbattimento di oltre 50 manufatti tra disegni e altarini dedicati a personaggi contigui alla delinquenza e alla malavita organizzata.

Video

Negli ultimi giorni su quella parete bianca era però ricomparsa una scritta con un cuore in memoria di Caiafa proprio dove prima c’era il suo volto. Una lettera inviata al prefetto e al questore del consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli aveva sollevato il caso del nuovo affronto allo Stato e, questa mattina, le forze dell’ordine hanno subito risposto. Stamattina sul posto c’era il comandante della polizia municipale, Ciro Esposito e i carabinieri per rimuovere la scritta di Caiafa. Ad eseguire l’intervento gli operai della Napoli Servizi. Solo un breve momento di tensione quando la zia di Caiafa ha inveito contro gli agenti, ma la situazione è subito tornata alla calma e tutto si è svolto tranquillamente.

 

Sul posto c’era anche la madre del ragazzino ucciso che però ha accettato l’intervento senza obiettare. Una famiglia difficile quella di Caiafa, con il papà del ragazzino ucciso che fu anche lui ammazzato lo scorso dicembre - pochi mesi dopo la morte di Luigi - in un regolamento di conti tra clan. Quando Luigi Caiafa trovò la morte era su uno scooter insieme a Ciro De Tommaso, figlio di Genny “a carogna”.

Ultimo aggiornamento: 12:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA