Napoli, l'ospedale San Paolo resta senza anestesisti: sospesi operazioni chirurgiche e interventi programmati

di Melina Chiapparino

3
  • 416
Stop a operazioni chirurgiche ed interventi programmati per i pazienti dell' ospedale San Paolo. Da questa mattina, nel presidio di Fuorigrotta, sono state sospese le attività di day surgery, day hospital e le operazioni d'elezione secondo quanto stabilito dalla direzione ospedaliera che nero su bianco ha predisposto quest' interdizione per tutto il mese di marzo.

Motivo dello stop forzato è la carenza di anestesisti che, nel giro di pochi giorni sono stati privati di 4 professionisti senza i quali non è possibile garantire il regime operatorio irdinario. Nel nosocomio di via Terraciba, in ogni caso «saranno garantite tutte le emergenze ed una volta al giorno una seduta di urgenza differibile - chiarisce Vito Rago direttore del San Paolo - in queste condizioni di carenza di anestesisti siamo stati costretti a sospendere l' ordinario ma abbiamo già inviato una richiesta urgente alla direzione dell' Asl per ripristinare prima di fine marzo il nostro funzionamento a pieno ritmo».

Anche l'ambulatorio e le operazioni per le interruzioni di gravidanza, che a Napoli sono assicurate nel pubblico solo dal San Paolo e dal Policlinico, non saranno sospese. «Tre anestesisti hanno vinto un concorso ed un ' altra specialista ha un problema di natura medico - conclude Rago - faremo in modo di accelerare i tempi ma resta importante sottolineare che garantiamo tutti i servizi di emergenza attivi nel nosocomio».
Giovedì 1 Marzo 2018, 15:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-03-01 20:27:55
La cronista del Mattino specializzata nel terrorismo ospedaliero.....Gli anestesisti a Napoli e in Italia sono sempre stati storicamente carenti: non è una novità di questi giorni. Oggi gli anestesisti sono richiesti da tutti, anche dai dentisti. In tutta Italia, non solo in Campania, mancano diverse decine di migliaia di specialisti, in particolare anestesisti e ortopedici, eppure si va avanti. E fra qualche anno mancheranno anche i Medici di Base. Ne vogliamo preparare ed assumere molti di più? E siamo pronti ad un aumento delle imposte, visto che i Policlinici e gli Ospedali sono a carico della collettività?
2018-03-01 18:17:15
Ma non è che a Napoli la maggioranza degli specialisti lavori in strutture private? Non si legge di strutture private che chiudono per carenza di medici.
2018-03-01 16:49:08
Ma se solo entro fine mese la situazione potrà essere risolta, calcolando che oggi è 1/3, per i prossimi 30giorni cosa si farà? Il direttore parla di concorsi vinti e di problemi di salute di alcuni anestesisti, ma di quelli trasferiti al benedetto ospedale del mare non ne fa parola...

QUICKMAP