Napoli, l'ospedale San Paolo resta senza anestesisti: sospesi operazioni chirurgiche e interventi programmati

Giovedì 1 Marzo 2018 di Melina Chiapparino
Stop a operazioni chirurgiche ed interventi programmati per i pazienti dell' ospedale San Paolo. Da questa mattina, nel presidio di Fuorigrotta, sono state sospese le attività di day surgery, day hospital e le operazioni d'elezione secondo quanto stabilito dalla direzione ospedaliera che nero su bianco ha predisposto quest' interdizione per tutto il mese di marzo.

Motivo dello stop forzato è la carenza di anestesisti che, nel giro di pochi giorni sono stati privati di 4 professionisti senza i quali non è possibile garantire il regime operatorio irdinario. Nel nosocomio di via Terraciba, in ogni caso «saranno garantite tutte le emergenze ed una volta al giorno una seduta di urgenza differibile - chiarisce Vito Rago direttore del San Paolo - in queste condizioni di carenza di anestesisti siamo stati costretti a sospendere l' ordinario ma abbiamo già inviato una richiesta urgente alla direzione dell' Asl per ripristinare prima di fine marzo il nostro funzionamento a pieno ritmo».

Anche l'ambulatorio e le operazioni per le interruzioni di gravidanza, che a Napoli sono assicurate nel pubblico solo dal San Paolo e dal Policlinico, non saranno sospese. «Tre anestesisti hanno vinto un concorso ed un ' altra specialista ha un problema di natura medico - conclude Rago - faremo in modo di accelerare i tempi ma resta importante sottolineare che garantiamo tutti i servizi di emergenza attivi nel nosocomio». © RIPRODUZIONE RISERVATA