Napoli: pericoli, rifiuti e degrado al cimitero
di Barra, il Comune è sempre assente

Mercoledì 21 Ottobre 2020 di Alessandro Bottone

Nemmeno il cimitero di Barra, quartiere nella periferia orientale di Napoli, si salva dal degrado e dalla mancata manutenzione ordinaria. A pochi giorni dalla Commemorazione dei defunti, nel camposanto di via Mastellone occorrono interventi per ripristinare decoro e sicurezza. A partire dalle fosse nei diversi giardinetti: sono numerose quelle non colmate col terreno e che rappresentano un pericolo di inciampo e caduta per chi accede agli spazi per un saluto ai propri cari. Molte sono anche le lapidi distrutte dal maltempo: restano a terra pezzi di marmo e gli oggetti lasciati dai parenti, come fiori e foto. Non mancano i rifiuti ammassati in un angolo del cimitero a ridosso delle tombe: si tratta di terreno e residui di marmo. Anche l'area pubblica esterna all'ingresso del cimitero necessita di interventi: c'è un alberello crollato sul marciapiede che impedisce il passaggio in sicurezza. Non mancano rifiuti speciali e sporcizia.

LEGGI ANCHE  De Luca: «Terapie intensive attivate su esigenze concrete, basta con campagna denigratoria»

La situazione di degrado dei cimiteri cittadini è stata affrontata dalla commissione comunale con delega alle attività produttive presieduta da Vincenzo Solombrino durante la quale è emerso che i camposanti cittadini resteranno aperti nel weekend del 31 ottobre in occasione delle ricorrenze di Ognissanti e della Commemorazione dei defunti.

 

Nel corso della riunione «il responsabile dell’area cimiteri, Arnaldo Stella, ha spiegato le ragioni che portano, in occasione di allerta meteo “arancioni”, alla chiusura dei cimiteri: un problema connesso alla presenza di alberature all’interno delle aree cimiteriali che potrebbero rivelarsi pericolose in caso di venti forti». Il dirigente ha spiegato che «per la manutenzione dei cimiteri il budget assegnato all’area, di circa 250mila euro, consente di fare poco ma si prova ad adottare tutte le misure possibili che consentano di migliorare la fruibilità degli spazi».

Il vicesindaco Panini ha annunciato una serie di sopralluoghi nei cimiteri di competenza del Comune di Napoli per la programmazione di interventi di manutenzione. Molto lavoro da fare anche nei cimiteri di via Argine a Ponticelli e di via delle Repubbliche Marinare a San Giovanni a Teduccio, sempre nella zona orientale della città.

© RIPRODUZIONE RISERVATA