Napoli, pestaggio ai Quartieri Spagnoli: «La vittima è un autistico»

Lunedì 22 Giugno 2020 di Gennaro Morra
Una scena del pestaggio avvenuto ai Quartieri Spagnoli

Ancora un episodio d’indicibile violenza, ripreso da un videomaker amatoriale, scuote la città e ripropone la questione ordine pubblico a Napoli. Dopo il video girato ai Colli Aminei e pubblicato sui social network un mese fa, che mostrava un 14enne bullizzato da una decina di ragazzi, suoi coetanei o poco più grandi di lui, stavolta il branco è entrato in azione ai Quartieri Spagnoli, accanendosi su un ragazzo con pugni e calci. E a rendere ancora più drammatico l’episodio c’è l’indiscrezione, tutta da verificare, che la vittima del pestaggio sia affetta da autismo.

A denunciare l’accaduto, che risalirebbe alla notte scorsa, è stato il consigliere regionale, Francesco Emilio Borrelli, che ha pubblicato sulla sua pagina Facebook la drammatica sequenza della durata di 29 secondi: «Ancora una volta un episodio di violenza, ancora una volta il branco che si scatena vigliaccamente contro il singolo – scrive l’esponente dei Verdi nel post che accompagna la breve clip –. Stavolta è accaduto ai Quartieri Spagnoli, la notte tra il 21 e il 22 giungo, verso le 3.00». Nel filmato, girato a largo Baracche e inviato a Borrelli da un residente della zona, si vedono tre individui tempestare con una violenza inaudita di pugni e calci un ragazzo, che, stando a quanto afferma chi ha segnalato la vicenda, sarebbe affetto da autismo.
 
LEGGI ANCHE Instagram chiude il profilo del ragazzino bullizzato a Napoli: l'appello di Clementino

Naturalmente, le immagini sono già al vaglio delle autorità competenti: «Una violenza inaudita e inconcepibile quella che si vede in quel filmato, che abbiamo consegnato alle forze dell’ordine affinché quelle bestie possano essere identificate e denunciate – afferma ancora Borrelli insieme allo speaker radiofonico e conduttore de La Radiazza, Gianni Simioli –. Abbiamo saputo che uno dei tre aggressori, quello più violento e feroce, non è nuovo a questo tipo di comportamenti e che è un personaggio pericoloso per il quartiere. Perciò riteniamo che questo individuo debba andare in carcere prima che rischi di uccidere qualcuno». E concludono: «I Quartieri Spagnoli sono una zona difficile e a rischio, ma molti cittadini perbene stanno cercando di risollevare le sorti del proprio quartiere e questo non è possibile farlo se in circolazione vi sono personaggi violenti e pericolosi, bisogna intervenire urgentemente».

© RIPRODUZIONE RISERVATA