Napoli, il business dei farmaci: nel covo dei clan un arsenale e ricettari in bianco

di Valentino Di Giacomo

0
  • 83
Un arsenale di armi, ma soprattutto alcuni blocchetti di ricettari in bianco che confermano ancora una volta come la criminalità organizzata sia ormai sempre più proiettata a sfruttare il business dei medicinali, assai meno rischioso del commercio di droga.

La scoperta del materiale è avvenuta all'alba di ieri grazie a un blitz dei carabinieri e del nucleo operativo dei Nas in un un box sotterraneo nei pressi di piazza Mercato. La zona è da qualche tempo nuovamente sotto il controllo del clan Contini, ma sono ancora in corso le indagini dei militari per risalire al proprietario del garage dove era stipato il materiale sequestrato. Ritrovate tre pistole semiautomatiche con matricola abrasa, un silenziatore, ottanta cartucce di vari calibri e una vecchia doppietta, anche questa con codice identificativo cancellato.

Ma la scoperta più allarmante per i carabinieri è stata certamente quella dei cinque ricettari in bianco, ognuno composto da cento ricette soltanto da compilare. È da tempo che le bande criminali hanno fiutato l'enorme business dei medicinali, un mercato illecito che grava sulle casse del Sistema sanitario nazionale e che le forze dell'ordine hanno messo nel mirino già da alcuni anni.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Sabato 2 Febbraio 2019, 08:30 - Ultimo aggiornamento: 02-02-2019 11:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP