Napoli, manutenzione in via Mario Palermo ma per le buche ci sono solo «toppe»

Lunedì 7 Settembre 2020 di Alessandro Bottone

Si interviene in via Mario Palermo a Ponticelli, nella periferia orientale di Napoli, da tempo considerata una delle strade più pericolose in città visto l'alto numero di incidenti. In questi giorni è stata installata la segnaletica verticale che disciplina la velocità dei veicoli e gli attraversamenti pedonali ma al momento l'ampia strada è in pessime condizioni con pericolosi dissesti in numerosi tratti.
 

 

A parte la «toppa» di asfalto realizzata nei giorni scorsi in prossimità dell'incrocio con via Argine, al momento non sono stati ripristinati gli altri importanti dissesti lungo le carreggiate di via Palermo, specie di quella in direzione Volla. Un pericolo per chi è alla guida, per i pedoni e anche per i residenti che da tempo segnalano forti vibrazioni nelle loro abitazioni e che sono costretti a tollerare rumori continui dovuti al passaggio di mezzi pesanti. Questa è una arteria fondamentale della periferia orientale perché collega la zona portuale con i comuni confinanti ed è utilizzata anche in alternativa alla più trafficata via Argine.

LEGGI ANCHE De Luca indagato, la risposta su Facebook: «Ho risparmiato 84.000 euro l'anno»

L'ordinanza del servizio 'Viabilità e traffico' e della VI municipalità del Comune di Napoli dello scorso maggio prevede nel tratto di via Palermo compreso tra via Argine e via Commissario Ammaturo, in entrambi i sensi, il limite di velocità di trenta chilometri orari. Installata la segnaletica verticale si attende la realizzazione di quella orizzontale, ovvero di strisce di margine, pedonali, dei rallentatori di velocità e di quella utile alla realizzazione delle corsie specializzate per la svolta nelle diverse intersezioni. Proprio queste ultime, insieme alle diverse curve, creano situazioni di pericolo per i numerosi veicoli.

In queste ore è in corso una pulizia della carreggiata e del marciapiede centrale con diversi mezzi dell'Asìa Napoli, municipalizzata del Comune. Rimossi i detriti e la sporcizia sarà possibile provvedere alla realizzazione delle strisce. Resta l'interrogativo per i dissesti, la preoccupazione maggiore di residenti e autisti.

Ultimo aggiornamento: 14:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA