Napoli, il pm chiede sette arresti: il gip sbaglia e ne ordina dieci

5
  • 195
Il pm chiede la misura ai domiciliari per sette indagati ma il gip ordina gli arresti per 10, tre in più: ovvero anche nei confronti di coloro per il quali la procura non aveva avanzato alcuna richiesta di provvedimento restrittivo. È accaduto a Napoli nell'ambito di un processo contro i cosiddetti «furbetti del cartellino» nel comune di Pozzuoli. All'errore del giudice è stato posto riparo in tempi abbastanza stretti: appena è stata riscontrata l'anomalia, il magistrato di turno ha provveduto a revocare la misura cautelare e i tre indagati che non dovevano essere arrestati, sono stati rimessi in libertà una dozzina di ore dopo l'esecuzione del provvedimento. La vicenda si è appresa da diverse fonti a Palazzo di Giustizia.
 

Il dirigente dell'ufficio gip del Tribunale di Napoli, Giovanna Ceppaluni, nel confermare la notizia sull'errore compiuto dal collega ha sottolineato che i sistemi di controllo hanno funzionato e, appena segnalata l'anomalia, l'ufficio si è subito attivato per correre ai ripari. Il caso è stato in questi giorni all'esame del presidente del Tribunale di Napoli Ettore Ferrara - informato dal capo dei gip Ceppaluni - e del procuratore Giovanni Melillo, che a quanto si apprende adotteranno iniziative perché casi simili non si ripetano. La misura cautelare era stata disposta dal gip nei confronti di tutti i dieci indagati i cui nominativi erano riportati nella prima pagina della richiesta di misura cautelare avanzata dal pubblico ministero.
Mercoledì 18 Aprile 2018, 18:37 - Ultimo aggiornamento: 19 Aprile, 09:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2018-04-18 23:33:07
Va beh tanto poi escono tutti!!!!!
2018-04-18 21:52:09
In Italia la giustizia è un miraggio. In 5 anni di governo il PD non ha saputo riformare la giustizia eppure parlavano continuamente di riforma della giustizia...
2018-04-18 20:03:15
Mi raccomando le pubbliche scuse ai QUEI GALANTUOMINI DEGLI INDAGATI.
2018-04-18 19:15:53
..... a riprova del copia ed incolla! Altro che distanza tra Pubblica Accusa e Terzieta' d Giudice. Appiattimento totale. SEPARAZIONE DEGLI UFFICI E DELLE COMPETENZE reale
2018-04-18 19:14:36
Chissà perchè ora il Comune è pieno di dipendenti.

QUICKMAP