Campania, programma Burocrazia Zero: la svolta della rivoluzione digitale

Mercoledì 17 Novembre 2021 di Emma Onorato
Presentazione delle novità del programma Burocrazia Zero

Burocrazia Zero, un programma della Regione Campania che apre le porte alla digitalizzazione dei servizi informatici in relazione al Genio civile e ai lavori pubblici, e segna l'inizio di una epocale rivoluzione digitale che snellirà e velocizzerà - in termini di rapidità e trasparenza - la rugginosa macchina burocratica amministrativa. «Si tratta della presentazione di un portale che renderà tutto più semplice, digitale e immediato nel ricevimento delle pratiche da parte degli uffici del Genio civile e il rilascio a seguito della realizzazione della procedura - spiega Roberta Santaniello, dirigente del Genio civile di Napoli -. L'obiettivo è quello di uniformare, cercare di rendere semplice l'approccio dei professionisti e dei committenti, eliminare la carta e soprattutto permettere di ottenere un'interfaccia unica e univoca tra professionisti e uffici. Il tutto per velocizzare - sempre nel rispetto delle norme - i processi amministrativi che sono alla base dell'avvio dei cantieri e dei lavori in Campania».

Video

La sala De Sanctis di Palazzo Santa Lucia ha accolto i rappresentati delle categorie interessate, e Luigi Della Gatta, presidente Ance Campania, ricorda l'importanza che assume Burocrazia Zero, un programma favorirà professionisti, committenti e imprese: «Per il mondo delle libere professioni e delle costruzioni edili questo è un giorno storico perché oggi si completa un processo di semplificazione che nacque da un'istanza presentata in pieno lockdown dal mondo delle professioni e dell'imprenditoria. Quindi un passo in avanti enorme che sicuramente determinerà un'accelerazione e una sburocratizzazione sul tema di deposito sismico, realizzazione sismica, collaudo sismico». Anche Aniello Della Valle, presidente del Collegio dei geometri e dei geometri laureati della provincia di Caserta, tiene a sottolineare il forte segnale di crescita: «Si è saputo dare il giusto rilievo alle libere professioni in un discorso così importante per il territorio che segna la vera chiave del rilancio».

Così a partire da oggi i professionisti potranno accedere sul portale per effettuare la registrazione e  provare già a caricare le prime pratiche (un test, con validità di 15 giorni, per garantire un primo approccio). Dal 9 dicembre sarà possibile inviare le pratiche, mentre dal primo gennaio 2022 il portale sarà l'unico modo per presentare le pratiche agli uffici del Genio civile della Campania.

Dare spazio al lavoro, è questo l'obiettivo e l'assoluta priorità che il presidente  Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha tenuto a puntualizzare durante la presentazione: «Abbiamo deciso che dobbiamo arrivare all'obiettivo burocrazia zero. Cominciamo oggi dagli uffici del Genio civile di nostra competenza: elimineremo tutte le procedure e i permessi inutili, si applicherà una digitalizzazione totale. Dobbiamo capire che oggi la priorità è il pane, ovvero il lavoro che dobbiamo dare ai nostri giovani, alle nostre imprese, ai nostri professionisti. Questo è il primo passo che facciamo. Poi proseguiremo con la semplificazione della norma urbanistica con il piano paesaggistico e cercheremo di fare il massimo di semplificazione sui pareri ambientali e politiche sociali. Intendiamo essere la regione più semplificata e digitalizzata d'Italia», conclude.

© RIPRODUZIONE RISERVATA