Napoli, ragazza di 24 anni ferita da spari alle gambe: «Una rapina». È l'ex fidanzata di un pregiudicato

Domenica 10 Ottobre 2021 di Luigi Sabino
Napoli, ragazza di 24 anni ferita da spari alle gambe: «Una rapina». È l'ex fidanzata di un pregiudicato

Si chiama Ilaria Rizzo la ragazza che, sabato notte, è stata accompagnata all’ospedale ‘Vecchio Pellegrini’ per una ferita d’arma da fuoco ad un polpaccio. La 24enne dopo le cure mediche del caso ha riferito agli investigatori di essere rimasta vittima di una rapina da parte due sconosciuti che, poi, si sarebbero dileguati in sella a uno scooter.

L’episodio, secondo il racconto della vittima, sarebbe avvenuto in via Egiziaca a Pizzofalcone poco dopo l’una di notte dove la ragazza sarebbe stata avvicinata dai malviventi intenzionati a portarle via il suo prezioso Rolex ‘Daytona’.

La ragazza, però, si sarebbe opposta ai suoi aggressori, uno dei quali, pur di impossessarsi del costoso orologio avrebbe impugnato l’arma ed esploso un solo colpo che l’ha raggiunta agli arti inferiori.

Quindi la corsa in ospedale, accompagnata da alcuni familiari. Un racconto che, però, sembra aver convinto poco gli investigatori incaricati di fare luce sull’accaduto che, anzi, sospettano che dietro il ferimento della ragazza possa esserci una motivazione diversa da quella della rapina. Il motivo è legato alle frequentazioni della vittima.

La 24enne, sebbene risulti incensurata, è stata, in passato, legata a un pregiudicato vicino al gruppo dei Masiello di Largo Baracche e che, attualmente, si trova detenuto per la sparatoria avvenuta qualche tempo fa all’interno proprio del ‘Vecchio Pellegrini’. In tempi più recenti, però, la vittima avrebbe iniziato a frequentare un altro ragazzo, anche lui legato agli ambienti malavitosi dei Quartieri Spagnoli.

Una relazione che, questo il sospetto delle forze dell’ordine, non sarebbe andata giù al suo vecchio spasimante e, soprattutto, ad alcune sue ‘conoscenze’ che, anzi, avrebbero vissuto la nuova storia sentimentale come un affronto. Da qui la decisione, spiegano gli investigatori, di ‘punire’ la ragazza. Una teoria che sembra trovare conferma anche nella dinamica dell’accaduto, particolarmente violenta per essere una semplice rapina. Al momento, però, si tratta solo di teorie che necessitano ancora dei riscontri del caso.

Ultimo aggiornamento: 11 Ottobre, 07:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA