Colpo grosso della banda del buco nel cuore di Napoli: dipendenti in ostaggio, rapinatori in fuga con decine di migliaia di euro

Lunedì 3 Giugno 2019 di Melina Chiapparino
È tornata in azione a Napoli la banda del buco. E nel mirino dei malviventi è finita un'agenzia della Banca Popolare di Milano della centrale piazza Carità. Secondo una prima ricostruzione in quattro, che indossavano una tuta bianca e con il volto parzialmente coperto, sono entrati, subito dopo l'orario di chiusura al pubblico, all'interno della filiale dal sottosuolo. In quel momento nella banca non c'erano clienti.
 
 

I malviventi, che sono sbucati in una zona destinata all'archivio, erano armati e, una volta, dentro hanno tenuto gli impiegati in ostaggio per 45 minuti aspettando i timer di apertura delle casseforti e costringendoli a consegnare loro il denaro che doveva essere caricato nel bancomat. Il bottino, secondo una prima stima, dovrebbe essere di circa centomila euro. Presi i soldi i banditi sono scappati sempre dalle fogne. 
 

​Sul posto sono giunti gli uomini delle «Volanti» della polizia, Dante 11, e gli equipaggi dell'ufficio prevenzione generale della Questura insieme con gli agenti della polizia scientifica, i sommozzatori e gli addetti del Comune di Napoli per il sistema fognario.

Gli investigatori hanno accertato che alcuni tombini nelle vicinanze erano stati chiusi con assi di legno, in modo da ritardare l'inseguimento, nei condotti fognari, da parte delle forze dell'ordine. Ultimo aggiornamento: 4 Giugno, 10:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA