Napoli, calano rapine e scippi: -20% nel 2014

Un netto calo dei reati di strada con quasi il 20% in meno di scippi e il 21% in meno di rapine, ma calano anche le estorsioni e le ricettazione.



Sono positivi i dati resi noti oggi dalla Polizia di Stato a Napoli e provincia a consuntivo del lavoro fatto nel 2014 che ha visto un calo dei reati «di strada», quelli che destano maggior allarme sociale. Rispetto al 2013, gli scippi sono diminuiti quasi del 20% (- 19,30%), mentre le rapine subiscono un decremento del 21,12%, in particolare le rapine in strada che scendono del 20,21% rispetto all'anno scorso, passando da 5.546 a 4.425.



In calo anche le ricettazioni (- 7,37%) e le estorsioni (-4.1%). Di pari passo con la diminuzione dei reati, cala anche il numero degli arresti in flagranza che passano dai 2.306 del 2013 ai 1.975 del 2014, mentre le persone denunciate aumentano dell'1,8%. In decremento anche truffe e frodi informatiche, giù del 16.51%, da 9.894 a 8.227. Lieve calo anche negli omicidi che nel 2014 sono stati 44 contro i 47 del 2013. «Un bilancio positivo - ha spiegato oggi il questore Guido Marino che si è insediato a Napoli esattamente un anno fa - in una questura che mi ha fatto subito sentire a casa mia».



Marino ha spiegato che, «al di là delle statistiche che dicono che i reati strada sono in calo», le cose miglioreranno in maniera ancora più tangibile quando «i napoletani - ha detto - recupereranno la consapevolezza che quattro delinquenti, parassiti non possono avere meglio su una comunità sana che esporta arte e conoscenza in tutto il mondo. Non è possibile che all'estero molti ci conoscano invece per quattro farabutti che pensano di essere padroni del territorio».



Il questore, rispondendo ai cronisti che gli chiedevano della depenalizzazione di alcuni reati prevista dal governo: «La repressione - ha detto - è spesso sinonimo anche di prevenzione. Chi si rende conto che sbagliando si paga fa qualche riflessione in più prima di commettere reati».
Lunedì 29 Dicembre 2014, 17:09 - Ultimo aggiornamento: 29-12-2014 17:55



COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2014-12-29 19:29:00
Sono semplicemente calate le denunce,visto l'inesistenza di pene e la non tutela della gente onesta.
2014-12-29 18:43:00
illusione,dolce illusione..... sono diminuiti i reati di strada? siamo felici nell'apprenderlo ,ma lasciateci qualche riflessione.....in giro c'è una miseria ed una dismissione di attività in genere da far paura:artigiani che hanno chiuso bottega,commercio morto e sepolto(restano in piedi solo centri commerciali che minacciano prossime chiusure), è chiaro che con una forte diminuzione ed impoverimento della platea da salassare,i poveri ladri/rapinatori si ritrovano disoccupati . Forse che questi nostri "soci",pensate voi, hanno trovato un'occupazione onesta? neppure per sogno, le statistiche annunciate non indicano quelle migliaia di piccoli reati che neppure si denunciano più che vanno dal borseggio al furto con destrezza alla truffa di piccolo cabotaggio e poi....poi non dimenticate che scorrono fiumi di droga che occupa ormai un esercito di manovalanza, sempre più numeroso, sempre più assiduo nell'esercizio dell'attività. Il neo questore, in linea con i tempi, ha voluto infondere un soffio di ottimismo in una società al limite della disperazione , gliene diamo atto e nel contempo gli auguriamo un grande :in bocca al lupo!
2014-12-29 18:09:00
Sará forse che sono calate solo le denuncie ??

QUICKMAP