Riapre il sottopasso di via Brin: era chiuso da 13 anni, torna il doppio senso

Riaprirà domattina, dopo ben 13 anni, il sottopasso di via Brin della Circumvesuviana chiuso dal 2005, da quando un autoarticolato si andò a schiantare contro le pareti del ponte provocando la caduta di parte della struttura.

La riapertura del ponte consentirà il ripristino del doppio senso di marcia su via Brin in direzione anche di via Carlo di Tocco e soprattutto alleggerirà il traffico all’incrocio di via Galileo Ferraris con via Gianturco, interessato tra l’altro da importanti lavori di rifacimento della carreggiata.

Grazie alla sinergia creatasi in questi mesi tra EAV, IV Municipalità e assessorato alle Strade del Comune di Napoli, l’apertura di via Brin risolverà anche un serio problema di vivibilità e decoro per tutta la zona visto che per anni quel sottopasso chiuso ha rappresentato un monumento al degrado. Da covo per topi e dimora per sbandati, tossici e prostitute a ricettacolo di rifiuti di ogni tipo.

Soddisfazione viene espressa dal presidente della Quarta Municipalità Giampiero Perrella che sottolinea l’importanza di un «opera che arrecherà indubbi benefici alla viabilità della zona e migliorerà il decoro di una strada per troppi anni abbandonata e che oggi sta provando a rilanciarsi anche grazie ad Eccellenze Campane e alla Residenza universitaria di Adisu».
«Dopo piazza Poderico sblocchiamo un’altra opera ferma al palo da decenni” conclude Perrella».
Giovedì 15 Febbraio 2018, 12:19 - Ultimo aggiornamento: 15-02-2018 12:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP