Napoli, schiaffo all'insegnante delle medie: tredicenne sospeso

di Melina Chiapparino

Uno schiaffo violento contro l'insegnante, la caduta e il ricovero in ospedale. Questi i fatti accaduti, ieri mattina, tra le mura dell'Istituto comprensivo Rodari-Moscati di Miano, periferia settentrionale di Napoli spesso ferita da criminalità e violenza. Stavolta però non c'è nessun bullo, e nemmeno uno studente particolarmente difficile, anche se il gesto compiuto in classe da un 13enne ha sorpassato ogni limite causandone la sospensione immediata fino alla fine dell'anno. Alle 11,30 di ieri, la giornata nel plesso in via Lombardi che accoglie le classi medie, trascorreva normalmente tra lezioni e preparazioni per le prove Invalsi. Uno degli studenti di terza, però, aveva manifestato con una certa insistenza la volontà di trascorrere parte della lezione con la docente di sostegno che assisteva un suo compagno disabile e che, a quell'ora, si trovava in un'altra classe. Lo studente però non aveva diritto a quel sostegno e soprattutto nessuna necessità di avere una assistenza speciale dal punto di vista didattico e educativo.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 17 Maggio 2018, 07:30 - Ultimo aggiornamento: 17-05-2018 12:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-05-17 18:38:18
vorrei leggere il commento dei genitori del ragazzo.
2018-05-17 14:07:45
solo?????????

QUICKMAP