Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli, 16enne ferito in una sparatoria
tra baby gang: in carcere figlio del boss

Venerdì 12 Agosto 2022
Napoli, 16enne ferito in una sparatoria tra baby gang: in carcere figlio del boss

Sono stati arrestati dalla poliza di Stato e condotti in carcere i presunti responsabili di un agguato a colpi d'arma da ifuoco ai danni di un ragazzo di 16 anni avvenuto nel quartiere napoletano di Barra la notte tra il 21 e il 22 luglio scorso. Un episodio che sarebbe maturato nell'ambito dello scontro in atto per il controllo delle piazze di spaccio tra baby-gang, che spesso risultano collegate ai clan di camorra, come, secondo le risultanze investigative, in questo caso.

A finire in manette per tentato omicidio con l'aggravante del metodo mafioso sono stati infatti il 20enne Pasquale Ventimiglia e soprattutto il 23enne Luigi Valda, figlio di Ciro Valda, esponente della camorra partenopea ucciso nel 2013, e già arrestato per spaccio nel maggio dello scorso anno. Le indagini sono state realizzate dalla squadra mobile di Napoli con il coordinamento della direzione distrettuale antimafia, e sono partite in seguito all'arrivo all'ospedale del Mare di un 16enne ferito da un colpo di pistola al gluteo; questi ha raccontato che mentre era con altri amici, si è avvicinato un uomo da dietro e ha fatto fuoco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA