Napoli, stop a «Navigare»,
il sovrintendente: «Troppi abusivi»

di Gennaro Di Biase

0
  • 2
Approdano i motivi, le reazioni e le contromosse dei protagonisti, dopo la notizia del naufragio del progetto del Salone Nautico «Navigare», che avrebbe dovuto prendere il via a ottobre per 9 giorni nelle acque che bagnano Rotonda Diaz, nel cuore del Lungomare. Nella riunione di venerdì tra Daniela Villani - delegata di Palazzo San Giacomo alla Risorsa Mare - e il Sovrintendente Luciano Garella è stato ufficializzato lo stop alla kermesse voluta dal sindaco e appoggiata da Regione e Autorità Portuale. Il no, arrivato dopo otto mesi di trattative, ha suscitato reazioni e commenti dall'ente di Palazzo Santa Lucia, Associazione Nautica Regionale Campana (Ancr), organizzatrice dell'evento - che sta valutando l'offerta di spostare il Navigare a Bologna - e Autorità Portuale. Anche il aovrintendente Garella ha spiegato le sue ragioni. Nessun commento, invece, è arrivato per ora da parte del sindaco Luigi de Magistris, che parlerà domani mattina con la Villani del mancato allestimento del Salone.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 14 Luglio 2019, 11:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP