Napoli, tenta il suicidio in carcere:
detenuto salvato in extremis

Martedì 15 Giugno 2021
Napoli, tenta il suicidio in carcere: detenuto salvato in extremis

Ancora un detenuto salvato dal tentativo d'impiccarsi, nel carcere napoletano di Poggioreale, grazie all'intervento dalla polizia penitenziaria. A rendere noto l'episodio, che si è verificato ieri sera, intorno alle 20, è l'Osapp.

Uno straniero di 30 anni, dopo il giro di controllo del personale addetto, si è messo un cappio al collo e ha cercato di togliersi la vita. L'uomo era da solo, in una camera di pernottamento e solo l'esperienza e il tempestivo intervento degli agenti, che hanno subito capito cosa stava per accadere ha evitato il peggio. I poliziotti, infatti, hanno capito che si stava per togliere la vita quando hanno sentito il rumore dello sgabello cadere al suolo. Il 30enne, per fortuna, se l'è cavata solo con un livido al collo. Per il segretario generale Leo Beneduci «quasi ogni giorno il personale di Polizia Penitenziaria salva una vita umana all'interno dei penitenziari italiani, ma non sempre il finale di questi eventi critici è lieto, viste le ataviche carenze di risorse umani e strutturali, e il sovraffollamento di molti penitenziari sul territorio».

Poche settimane fa si è verificato un caso analogo che, purtroppo, non ha avuto la stessa sorte. Per il vice segretario regionale Osapp Campania Luigi Castaldo, a Napoli Poggioreale, ogni giorno si è costretti a far fronte ad eventi critici del genere: «Il plauso va esclusivamente a quei baschi azzurri in prima linea come gli 'angeli in uniforme' della Polizia Penitenziaria del Salvia che in questo caso come in tanti altri, hanno salvato il ristretto suicidario. »Gli istituti penitenziari campani - continua Castaldo - necessiterebbero di maggiori attenzioni dal mondo politico, affinché il Corpo di Polizia Penitenziaria possa espletare il proprio mandato istituzionale nei migliori dei modi a vantaggio dell'interesse collettivo, investendo maggiormente sul Corpo di Polizia Penitenziaria che all'ombra di una società, ogni giorno h24, espleta un delicato e complesso lavoro«. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA