Napoli, tombe nel degrado e loculi pericolanti: manutenzione ko in periferia

ARTICOLI CORRELATI
di Alessandro Bottone

La scarsa e inadeguata manutenzione nei cimiteri comunali periferici crea situazioni di pericolo e di mancato decoro. Circostanze ben evidenti nel cimitero di Barra, nella zona orientale di Napoli. Erbacce tra le tombe, fosse non ricoperte e alberi pericolanti. Condizioni, sicuramente note da tempo, sulle quali vogliono vederci chiaro i consiglieri della prima commissione della VI Municipalità che hanno effettuato un sopralluogo nella struttura di via Mastellone.

L'abbandono è evidente per la fitta vegetazione che ricopre i viali e i diversi giardinetti: situazioni di grave pericolo si creano a causa di fosse vuote e non ricoperte a dovere. I marmi di alcune tombe sono danneggiati e non adeguatamente segnalati. C'è preoccupazione anche per gli alberi ad alto fusto, sia per i dissesti alla pavimentazione creati dalle possenti radici che per diversi rami spezzati.
 
 

L'ipogeo porta i segni di una costante infiltrazione d'acqua nel soffitto. Lo denuncia il consigliere Pasquale Longobardi (M5S) che sottolinea anche le difficoltà per persone anziane e con disabilità a causa delle barriere architettoniche: in pratica, manca l'ascensore per raggiungere sia il piano rialzato che il primo piano. Il pericolo riguarda anche le cappelle e le vecchie strutture abbandonate. Risultano diversi manufatti lasciati senza essere ultimati: in uno di questi, non adeguatamente perimetrato, c'è una grossa fossa per l'interro delle bare.

Anche i consiglieri Rosario Sacco (Rinnovamento per la sesta Municipalità) e Antonietta Marigliano (Riformisti Democratici con de Magistris), che hanno preso parte al sopralluogo, sottolineano l'incuria in cui versa il camposanto del popoloso quartiere Barra. Hanno notato, in particolare, la pericolosità del muro perimetrale e delle numerose nicchie esterne, alcune delle quali sono state murate perché inutilizzabili.

Un report dettagliato sarà inviato all'assessore comunale e a tutti gli organi competenti per la manutenzione dei cimiteri comunali. I consiglieri di Napoli Est hanno intenzione di chiedere la visione dei contratti di servizio - sia della municipalizzata Napoli Servizi, sia delle ditte esterne -  per capire le dirette responsabilità in merito ai mancati interventi di manutenzione. Pochi giorni fa il consiglio della VI municipalità aveva discusso e approvato un documento con quale denunciava il degrado e i pericoli dei cimiteri della zona e in particolare della struttura di via Argine a Ponticelli.

In una nota odierna di Palazzo San Giacomo, il Comune assicura che «nei prossimi giorni, Napoli Servizi opererà per la rimozione degli alberi, o di parte di essi, abbattuti a causa degli eventi atmosferici eccezionali» e che sono previsti anche interventi per il taglio dell'erba nei tre cimiteri della periferia orientale. Altrettanto necessari sono gli interventi che riguardano le fosse e le nicchie nel cimitero di Barra: proprio su questi i cittadini e i consiglieri chiedono risposte ma soprattutto azioni concrete.
Lunedì 15 Aprile 2019, 17:08 - Ultimo aggiornamento: 15-04-2019 17:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-04-16 04:26:39
i signori politici prima della loro visita ai 2 cimiteri hanno chiesto a qualcuno se i dipendenti delle 2 strutture hanno mai lavorato? se hanno mai preso mazzette? se hanno un po' di umanita' o quello e' solo un lavoro....diciamo lucroso??

QUICKMAP