Da Napoli agli Scavi di Pompei per scippare il Rolex al turista

Martedì 19 Maggio 2020

È accusato di aver rapinato, insieme a un complice, un turista vicino al sito archeologico di Pompei strappandogli via un antico rolex del valore di circa 25mila euro. L'uomo, Francesco Ragniolo di 37 anni, è stato arrestato dal personale del posto fisso dei carabinieri degli Scavi archeologici che, su delega della procura della Repubblica di Torre Annunziata, hanno dato esecuzione a un'ordinanza applicativa della misura cautelare in carcere, emessa dal gip presso il Tribunale di Torre Annunziata.

LEGGI ANCHE Coronavirus in Campania, altri 12 positivi 

Come fanno sapere i carabinieri, dalle indagini, avviate subito dopo la denuncia della vittima, sono emersi «gravi indizi di colpevolezza» nei confronti dell'indagato.
Anche grazie alla visione dei filmati e dall'incrocio di dati acquisiti attraverso lo studio dei tabulati telefonici, messi a confronto con file multimediali contenuti in un cellulare posto sotto sequestro nonché dalle numerose individuazioni fotografiche e confronti di particolari antropo-somatici eseguiti dal Reparto Speciale «Racis» dei carabinieri di Roma, è emerso che l'uomo, dopo aver individuato la vittima in giro per le strade del capoluogo partenopeo e diretto a Pompei a bordo di un taxi, aveva iniziato il pedinamento insieme a un complice a bordo di due distinte moto di grossa cilindrata con il volto travisato da caschi.
 


Quando il taxi è arrivato a Pompei, approfittando di una distrazione della vittima, che era insieme alla sua famiglia e teneva per mano i figli minorenni, il 37enne è sceso dalla moto e l'ha raggiunta alle spalle strappandogli via dal polso il prezioso orologio.

A causa della violenza e nel vano tentativo di inseguire ed afferrare i rapinatori, il turista è caduto a terra riportando la frattura di un dito del piede e diverse escoriazioni. Il rapinatore, come ricostruito dai carabinieri, è salito in fretta in sella alla moto guidata dal complice e i due sono fuggiti verso Napoli.

Grazie alle indagini è stato sequestrato, poche ore dopo la rapina, un casco utilizzato da uno dei rapinatori ed entrambe le moto, una delle quali, in particolare quella usata per la fuga, è stata trovata nel rione Sanità di Napoli vicino all'abitazione in cui il 37enne vive con la famiglia.
 

Ultimo aggiornamento: 13:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA