Napoli, la denuncia di De Luca: «Al Vasto immigrati spacciano per la camorra»

di Fulvio Scarlata

  • 220
«Il Vasto deve diventare oggetto di un intervento massiccio, in primo luogo del Comune, contro tutte le forme di abusivismo»: Vincenzo De Luca torna sulla questione dei migranti e sulla situazione di piazza Garibaldi a Napoli. Dopo le intemperanze e gli episodi di violenza di fine agosto, un blindato delle forze dell'ordine presidia stabilmente piazza Principe Umberto. Per il presidente della Regione non basta: «Bisogna fermare tutte le forme di illegalità e abusivismo intorno a piazza Garibaldi». Il quartiere continua ad essere al centro dell'attenzione della politica e del governo. E la visita del ministro dell'Interno Matteo Salvini al Vasto, annunciata per settembre, è stata spostata ad inizio ottobre in occasione di un Comitato per l'ordine e la sicurezza a Napoli.

Ripete il suo allarme sulla gestione dei migranti, Vincenzo De Luca. L'agitazione a piazza Garibaldi è calata nelle ultime settimane, ma il presidente della Campania non molla l'argomento: «Qualcuno non ha capito - dice su LiraTv - che ci sono settori degli extracomunitari al servizio della camorra, gente che spaccia droga su mandato della camorra. Lo dico a chi pensa che parlando di queste cose non si parla di camorra. In tante realtà ormai sono la stessa cosa. Per esempio: ci segnalano gruppi di extracomunitari che partono da Napoli alle sei di sera e si spostano a Salerno per portare droga e spacciare. Le forze dell'ordine devono intervenire per fermare questi traffici».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Sabato 22 Settembre 2018, 08:35 - Ultimo aggiornamento: 22-09-2018 10:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP