Incastrati dai video, gli incivili di Pasquetta sabotano le telecamere sul Vesuvio

di Francesca Mari

Bagordi della Pasquetta sul Vesuvio e responsabili incastrati dalle telecamere: sabotato sistema di una videocamera del parco. Una vendetta dopo che, nei giorni scorsi grazie alle telecamere alcuni incivili sono stati incastrati dalle telecamere dopo aver imbrattato le pinete del parco nazionale? O un atto vandalico? Poche ore fa ignoti hanno manomesso alcuni fili del sistema di occhi elettronici per monitorare il Vesuvio. Il presidente del parco, Agostino Casillo, denuncia l’azione di sabotaggio e fa partire le indagini. 

«Nelle scorse ore è stata sabotata una delle telecamere dice- del nostro impianto di video sorveglianza realizzato per monitorare  il Parco. Siamo già a lavoro per ristabilirne la funzionalità ed i Carabinieri  Forestali per individuare i responsabili. Se qualcuno pensa in questo modo di rallentare la nostra azione di controllo del territorio  e repressione dei reati ambientali si sbaglia di grosso. Alzeremo ancora di più l’attenzione, installeremo altre telecamere, inaspriremo ancora di più i controlli. Abbiamo rimesso in marcia  un Parco che era stato per lunghissimo tempo fermo, senza una strategia di governo. Indietro non si torna».
Giovedì 25 Aprile 2019, 21:08 - Ultimo aggiornamento: 25-04-2019 21:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP