Napoli zona arancione, caos traffico e assembramenti al parco Virgiliano

Domenica 21 Febbraio 2021 di Emma Onorato
Viale Virginio vicino l'ingresso del Parco Virgiliano

Da oggi la Campania ritorna in zona arancione. Solo ieri, alla vigilia del cambio di colore, la città sembrava letteralmente in tilt, bloccata da chi era intenzionato a godersi l'ultimo respiro di libertà. Stamattina, nonostante siano tornate in vigore le restrizioni legate alla zona di rischio medio-alto, la città di Napoli appare immutata, come se fosse una domenica qualunque. La giornata soleggiata ha invogliato i napoletani ad uscire; viale Virgilio che conduce sino al Parco Virgiliano è stato preso d'assalto: traffico e code di macchine, conducenti alla ricerca disperata di un posto dove poter parcheggiare la propria autovettura. Pochi controlli, di rado si vede passare qualche volante della polizia che invitava con il megafono ad indossare la mascherina. Entrambe le entrare del parco sono affollate; tanti assembramenti formati da aggregazioni di ragazzini che sorseggiano bibite d'asporto. C'è anche chi fa attività fisica di gruppo  e chi porta i propri bambini alle giostre.

Video

Prima giorno in zona arancione, ma sembra che non ci sia stato un vero e proprio cambio di abitudini per i cittadini partenopei. Non si può dire lo stesso delle attività commerciali, come i bar, che si sono tempestivamente adeguate al nuovo regolamento in vigore: solo vendite d'asporto che vedono formarsi  ordinatamente file di clienti lungo i marciapiedi in piazza Salvatore di Giacomo. Traffico anche in via Petrarca in corrispondenza del belvedere o di alcuni noti bar e pasticcerie della zona. Il passaggio dalla zona gialla a quella arancione, per adesso, non ha avuto una risposta adeguata da parte dei cittadini della città, una risposta che faccia richiamo al senso civico e di responsabilità di ogni individuo per il bene comune.

© RIPRODUZIONE RISERVATA