Natale 2022, a San Gregorio Armeno si riaccende la magia

Tutti pronti per preparare il presepe nelle case

L arte presepiale napoletana
L’arte presepiale napoletana
di Emma Onorato
Venerdì 25 Novembre 2022, 20:20 - Ultimo agg. 26 Novembre, 07:45
2 Minuti di Lettura

Una tradizione che cavalca i secoli, un mestiere che si tramanda di generazione in generazione, un’arte che parla dell’identità cittadina. Si tratta dell’antica arte presepiale napoletana. Un’arte che si nutre della fantasia, creatività ed estro dei maestri artigiani che affollano, con le loro botteghe, la via dei presepi per eccellenza: San Gregorio Armeno. Un’arteria del centro storico di Napoli che, con le sue creazioni presepiali, fa da miele a milioni di turisti. Una strada amata senza distinzioni, sia da grandi che da piccini. Ed è così che il presepe entra nei ricordi di ogni buon partenopeo.

La tradizione vuole che a Natale ogni famiglia napoletana si dedichi alla preparazione del presepe. Nelle abitazioni cittadine, infatti, non c’è albero di Natale senza presepe. Sin dall’infanzia, quindi, si crea un legame indissolubile con questa tradizione tanto antica. Una tradizione che viene da lontano. La vera magia si è creata intorno al ‘600 e il ‘700, ovvero quando i maestri dell’arte presepiale hanno accostato alla Natività scorci di vita quotidiana. 

Video

Ed è così che sono nati i vari personaggi che animano la linfa di questo gioiellino partenopeo. Ogni antico mestiere ha la sua statuetta e ogni statuetta ha la sua particolare espressione dipinta sul volto. Un’espressione unica, pregnante di significato. Ma altrettanto uniche, e super gettonate, sono le statuette dei personaggi famosi che, di anno in anno, arricchiscono la parterre proposta dagli artigiani. Un connubio tra tradizione ed innovazione che riesce sempre a sorprendere i visitatori di San Gregorio Armeno. Una via dove è sempre Natale. Una strada, nel cuore di Napoli, dove il tempo sembra essersi fermato. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA