La battaglia della monnezza nel Napoletano: raccoglie rifiuti per il Comune e li sversa nel paese vicino

Martedì 17 Marzo 2020 di Nello Lauro
La battaglia della monnezza nel Napoletano: raccoglie rifiuti per il Comune e li sversa nel paese vicino

La sottile linea rossa. La piccola guerra fredda tra Cicciano e Camposano, un "derby" che va avanti da anni. E' quella che si tiene sull'alveo coperto che segna i confini tra i due centri. A colpi di rifiuti non raccolti, di incendi incontrollati che hanno reso da diverso tempo questa zona una discarica illegale e non autorizzata. L'ultimo episodio è avvenuto questa mattina dopo la segnalazione di una cittadina di Cicciano che ha documentato lo scarico illegale di un cumulo di rifiuti nella parte del territorio che appartiene al comune di Camposano (per quanto possa fare la differenza per l'ambiente). Uno scarico particolare, questa volta. A gettare i rifiuti, da un piccolo compattatore, due uomini con tanto di mascherina che hanno sversato diversa immondizia per poi andare via nonostante la protesta della donna. Poco dopo sono arrivati sul posto i vigili del Comune di Cicciano che in poco tempo sono riusciti a risalire a uomini e il mezzo che lavora per il comune di Camposano: non aveva la revisione, nè l'autorizzazione a conferire in quell'area. La polizia locale di Cicciano non ha potuto sequestrare l'area e i rifiuti proprio perchè non si trovano nel proprio territorio di competenza, ma ha informato subito la Procura della Repubblica di Nola che si occuperà del caso. L'autista del mezzo avrebbe anche detto che la sua è stata una iniziativa personale. Intanto la spazzatura e la situazione restano così. E la rabbia dei residenti cresce.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA