No Green Pass, a Napoli circa 300
sfilano dal lungomare alla Regione

Giovedì 14 Ottobre 2021
No Green Pass, a Napoli circa 300 sfilano dal lungomare alla Regione

Circa 300 manifestanti "No Green pass" hanno manifestato a Napoli da piazza Vittoria, sfilando in fiaccolata sul lungomare e giungendo davanti a Palazzo Santa Lucia, sede della Regione Campania. Al megafono alcuni animatori dei gruppi «No vax», tra cui il medico Asl Carlo Arnese, e Ornella Mariani che ha presentato numerose denunce contro la legislazione di emergenza.

 

Dure critiche contro i parlamentari, definiti «abusivi», e rivolte al governo. Saluti e solidarietà ai portuali di Trieste «che difendono il diritto al lavoro sancito dalla Costituzione». Annunciata anche una manifestazione domani davanti alla prefettura.

Alcuni manifestanti hanno retto una sorta di «altarino funebre» della Costituzione italiana. Uno dei manifestanti ha esposto in petto una stella gialla a 6 punte che richiama la stella di David che gli ebrei erano costretti a portare come metodo di identificazione sotto la dittatura nazista. Dal corteo sono partiti cori contro il presidente del Consiglio Mario Draghi e il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.

Video

Tra i manifestanti sono stati distribuiti i volantini del Fisi (federazione sindacati intercategoriali) che hanno proclamato uno sciopero generale di 5 giorni, a partire da domani. Quanto ai disordini di Roma , d'accordo tutti gli organizzatori della manifestazione. Si è trattato di «una provocazione». «I fascisti siete voi che avete stracciato la Costituzione voluta dai nostri nonni», hanno detto al microfono alcuni partecipanti al corteo. Accuse di «fascismo» sono state rivolte al Governo ed ai partiti che lo sostengono. Davanti alla sede della Regione i «No green pass» hanno cercato di coinvolgere poliziotti e giornalisti. «Vedete come siamo pericolosi? Ci battiamo anche per voi». 

Ultimo aggiornamento: 22:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA