Fermati dalla Stradale sulla SS 7bis nel Nolano, aggrediscono gli agenti: presi padre e figlio

Giovedì 25 Novembre 2021 di Nello Fontanella
Fermati dalla Stradale sulla SS 7bis nel Nolano, aggrediscono gli agenti: presi padre e figlio

All'auto,una Volkswagen Polo in transito lungo la variante 7 bis Villa Literno - Nola, direzione Nola, gli agenti della sezione di Napoli della Polizia Stradale, Distaccamento di Nola, hanno intimato l'alt per un normale controllo di Polizia. Il conducente però, incurante dell'ordine, ha proseguito la marcia inseguito dalla pattuglia Verona 227 per 3 chilomentri e dopo un primo blocco, con una manovra azzardata, é riuscito a ripartire.

Gli agenti lo hanno definitivamente bloccato poche centinaia di metri dopo. Vistosi bloccato, il conducente ha aggredito l'agente ,che nel frattempo aveva estratto le chiavi dal blocco di accensione della Polo, afferrandolo per il collo e colpendolo con pugni al volto. Dal lato passeggero scendeva un secondo uomo che bloccava l'agente alle spalle. L'altro agente, messa in sicurezza l'auto di servizio, non senza difficoltà riusciva insieme al collega dopo una colluttazione ad immobilizzare i due che, con l'ausilio di una volante del Commissariato di Nola arrivata nel frattempo sul posto, venivano condotti in caserma. Alla verifica dei documenti, i due sono risultati essere padre e figlio e a seguito di perquisizione personale nelle tasche dei pantaloni del padre veniva rinvenuto circa 3 grammi di hashish.

Avvisato il pubblico ministero di turno presso la Procura di Nola, i due venivano arrestati per i reati di lesione,minacce, resistenza, oltraggio e danneggiamento e condotti presso le camere di sicurezza della Questura di Napoli in attesa del processo per direttissima. Per i due agenti invece si è reso necessario il ricorso alle cure dei medici del pronto soccorso dell'ospedale di Nola che li hanno giudicati guaribili in dieci giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA