Notte di Capodanno a Napoli, botti e petardi a Ponticelli nonostante i divieti

Venerdì 31 Dicembre 2021 di Alessandro Bottone
Notte di Capodanno a Napoli, botti e petardi a Ponticelli nonostante i divieti

Mancano diverse ore al Capodanno 2022 ma a Napoli si festeggia già con petardi, botti, batterie e con tanti altri artifici pirotecnici. In particolare, tra le strade di Ponticelli, quartiere nella zona orientale del capoluogo campano, sono continue le esplosioni nonostante il divieto scattato nel pomeriggio. 

Ieri il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, ha ordinato il divieto assoluto di usare e far esplodere fuochi d’artificio, petardi, botti, razzi e simili artifici pirotecnici dalle ore 16 del 31 dicembre 2021 e per tutta la giornata del primo gennaio 2022. L'ordinanza prevede per i trasgressori una sanzione amministrativa tra i 25 e i 500 euro oltre al sequestro del materiale pirotecnico e la successiva confisca. I controlli sono affidati alla polizia municipale del Comune di Napoli e a tutti gli altri agenti della forza pubblica. 

Video

Si spara nei rioni di case popolari ma anche nel pieno centro storico di Ponticelli. Le esplosioni di botti e altri fuochi d’artificio - frequenti nel quartiere di Napoli Est durante tutto l'anno - sono particolarmente aumentate nell’ultimo giorno del 2021. L'ordinanza del sindaco Manfredi, dunque, non è riuscita a fermare una consolidata tradizione per tanti napoletani che scelgono di salutare l'anno tra esplosioni e colori.

Ultimo aggiornamento: 19:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA