Omicidio nel Napoletano: 18enne freddato con quattro colpi, ferito un amico di 16 anni

Giovedì 9 Luglio 2020

Intorno alle ore 22 di Ieri, in terza traversa cia Castagna a Casoria, uno sconosciuto ha esploso alcuni colpi d’arma da fuoco all’indirizzo di Antimo Giarnieri, 18enne incensurato di Casoria. Ferito da quattro proiettili, il ragazzo  è stato trasportato all’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli dove è arrivando già cadavere. Tre le persone che erano in compagnia di Giarnieri, uno di questi è stato ferito da un proiettile al fianco sinistro: anche lui trasportato al San Giovanni Bosco è ricoverato, non in pericolo di vita.
 

 

Sul selciato sono stati ritrovati 7 bossoli calibro 7.65. Rilievi a cura del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna che procede insieme alla sezione operativa di Casoria. 

Sarà la Direzione distrettuale antimafia di Napoli ad indagare sull'omicidio. Al momento gli investigatori e gli inquirenti non escludono alcuna ipotesi. Il ferito, anch'egli incensurato e non ancora diciassettenne, non è in condizioni gravi: potrebbe quindi fornire utili informazioni agli inquirenti. La dinamica dell'accaduto ha tutte le caratteristiche dall'azione di stampo camorristico e, sottolineano fonti investigative, c'è una evidente sproporzione tra la violenza del raid (sono stati esplosi almeno sette colpi) e le persone prese di mira.

Ultimo aggiornamento: 16:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA