In Campania arriva un rete per preservare la fertilità dei pazienti oncologici

Venerdì 23 Ottobre 2015
Creare una rete assistenziale per la conservazione della fertilità in pazienti oncologici e riunire il mondo sanitario campano intorno ad un progetto promosso e finanziato dalla Regione Campania sul tema dell’oncofertilità. E’ questo lo scopo del progetto che sarà presentato a Napoli lunedì 26 ottobre all’Hotel Royal Continental nel corso di un convegno dedicato promosso da Giuseppe De Placido direttore dell’area funzionale di Chirurgia ostetrica e ginecologica e del centro per lo studio e la terapia della Sterilità ed infertilità di coppia dell’Università Federico II e da Cristofaro De Stefano direttore del centro sterilità dell’Azienda ospedaliera Moscati di Avellino.





Ai lavori scientifici intervengono Giovanni Persico, commissario straordinario dell’azienda ospedaliera universitaria Federico II, Gaetano D’Onofrio, direttore sanitario aziendale del Policlinico Federico II ed Enrico Coscioni, consigliere per la Sanità del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.





Moderatori e relatori saranno medici, ricercatori e addetti ai lavori di differenti profili clinici coinvolti nel progetto e rappresentanti di istituzioni scientifiche di rilievo come l’Istituto Superiore di Sanità che, a livello campano e nazionale, hanno lavorato a vario titolo alla costituzione della rete. Moderatori e relatori i professori Alviggi (Università Federico II di Napoli) - Bariani (Centro nazionale trapianti - Colacurci (Seconda Università di Napoli) - De Placido (Università di Napoli Federico II) - De Placido (Università di Napoli Federico II) - De Stefano (Aorn Giuseppe Moscati di Avellino) - De Vita (Seconda Università di Napoli) - Gaito (Coordinatrice progetto Biobanca Regione Campania) - Nazzaro (Azienda ospedaliera Rummo di Benevento) - Poggi (Aorn Santobono Pausilipon Napoli) - Scaravelli (Istituto superiore di sanità) - R. Talevi (Università Federico II di Napoli)
Ultimo aggiornamento: 24 Ottobre, 12:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA