Ordine dei Biologi, apre a Napoli la prima sede in Italia

Sabato 1 Giugno 2019 di Melina Chiapparino
Ordine dei Biologi, apre a Napoli la prima sede in Italia

È Napoli, la città dove nasce la prima sede regionale dell'Ordine Nazionale dei Biologi che sarà operativa a partire dalla prossima settimana. Una realtà unica in Italia a cui seguiranno altre 11 inaugurazioni di sedi regionali che si occuperanno anche di salute sui territori, approfondendo le criticità locali con studi e ricerche di settore.

La sede napoletana, a cui faranno riferimento i biologi di Campania e Molise, rappresenta l'inizio della regionalizzazione dell'ente, sulla scorta della legge Lorenzin che, dopo 50 anni, ha inserito i biologi nelle professioni sanitarie e preannuncia novità nell'ambito degli studi sull'inquinamento della Terra dei fuochi.

Al taglio del nastro, giovedì scorso nei locali in via Toledo, insieme al commissario straordinario della delegazione campano-molisana, Vincenzo Piscopo, era presente Vincenzo D'Anna, presidente nazionale dell'Ordine, che ha spiegato come il decentramento «favorirà l'attività professionale dei biologi».  «Nuove sedi territoriali significa anche nuova programmazione e slancio per attività dedicate proprio alle esigenze di ogni singolo territorio» ha precisato il commissario. «Abbiamo iniziato ad interessarci dei veleni di queste zone, organizzando congressi sulla e nella Terra dei Fuochi e ora - ha concluso Piscopo - uno dei nostri obiettivi più importanti, è aprirci sempre di più alle scuole, per avvicinare tutti quei contesti dove è possibile avvicinare i giovani».

Ospite d'onore della cerimonia é stato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. «Sono contento di aver portato il mio saluto perché siamo consapevoli che i professionisti della nostra città rappresentano un punto di riferimento per lo sviluppo e la rinascita di Napoli-ha detto il primo cittadino - come Comune, attraverso il Cup, cerchiamo di mettere insieme tutti gli ordini ed i professionisti, uomini e donne, della nostra città».

Presenti all'inaugurazione erano anche Enzo Santagata, presidente dell'Ordine dei Farmacisti di Napoli, Luigi Sodano, segretario dell'Ordine dei Medici di Napoli, Stefano Sorvino, commissario Arpac, Agenzia Regionale Protezione Ambientale Campania e Plino Cirillo, docente di malattie cardiovascolari dell'Università Federico II di Napoli.

Ultimo aggiornamento: 18:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA