Maltempo, si allaga il pronto soccorso dell'ospedale di Frattamaggiore | Video

Giovedì 29 Ottobre 2015
La pioggia caduta la scorsa notte sulla provincia di Napoli ha provocato l'allagamento dell'accesso al pronto soccorso dell'ospedale «San Giovanni di Dio» di Frattamaggiore. Le attività degli altri reparti del presidio ospedaliero proseguono regolarmente. Da quanto si apprende da fonti dell'Asl Napoli 2 Nord le attività di prima emergenza sono espletate dai presidi ospedalieri di Giugliano e di Pozzuoli.



Dopo all'allagamento sono stati spostati in tutto una ventina di pazienti. Una decina sono stati sistemati nello stesso presidio ospedaliero mentre altri dieci sono stati trasferiti negli altri presidi dell'Asl Napoli. L'allagamento ha riguardato tutto il piano terra, dove sono allocati anche i reparti Radiologia e Farmacia. Secondo le prime notizie l'impianto fognario non ha retto. Il sindaco di Frattamaggiore ha eseguito un primo sopralluogo. Gli interventi per la messa in sicurezza e la ripresa delle attività sono partiti già in mattinata.




«Vanno in ospedale per curarsi e corrono il rischio di morire annegati. Quello che è successo stamane nell'ospedale di Frattamaggiore - accusano il consigliere regionale di Davvero Verdi e membro della commissione Sanità Francesco Emilio Borrelli e Gianni Simioli della trasmissione radiofonica la radiazza - è inaudito. Interi reparti si sono allagati a causa della forte pioggia. I medicinali e altri materiali galleggiavano nei corridoi. La gente impaurita è andata via. Nessuno forniva spiegazioni. Ci hanno chiamato diversi familiari di persone ricoverate furiose perchè nessuno si è occupato di loro o li ha avvisati di quello che stava succedendo.Il pronto soccorso che è l'area più colpita si trova incredibilmente sotto 3 discese. Chiediamo una immediata inchiesta interna perchè quello che è avvenuto è inaccettabile e vogliamo sapere rapidamente come sia stato possibile una vicenda simile e di chi siano le responsabilità a tutti i livelli. Gli ospedali dovrebbero essere tra i posti più sicuri al mondo e invece in Campania sono troppo spesso i simboli della cattiva gestione. Per non parlare di come sono stati realizzati alcuni edifici e di come sono stati progettati». Ultimo aggiornamento: 13:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA