Otto siti di sversamento di rifiuti
​pericolosi tra Napoli e Caserta

Otto nuovi siti di sversamento rifiuti anche pericolosi, come carcasse di auto, pneumatici, eternit e scarti industriali, sono stati rinvenuti nel corso dei controlli ambientali effettuati dalle forze dell'ordine in alcuni comuni delle province di Napoli e Caserta, disposti dell'Incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi di rifiuti nella regione Campania Gerlando Iorio.

Ai controlli, realizzati a Napoli e nei comuni dell'hinterland di Mugnano, Acerra, Afragola, Giugliano in Campania e Nola, e nei comuni casertani di Castel Volturno, Mondragone, Maddaloni e Marcianise, hanno preso parte 33 equipaggi, per un totale di 85 unità, appartenenti al Raggruppamento «Campania» dell'Esercito Italiano e alle Polizie locali dei centri interessati. Sono state controllate in totale 26 persone, di cui 2 denunciate; sono stati poi controllati 25 veicoli, 4 dei quali sequestrati. Il titolare di un'officina è stato denunciato in quanto risultato privo delle autorizzazioni ambientali e dei registri di carico e scarico; dalla sua azienda, è emerso, fuoriuscivano sostanze pericolose per l'ambiente e la salute dei cittadini. 
Venerdì 7 Settembre 2018, 17:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP