Panico in metro a Napoli, il questore De Iesu: «Nulla a che fare col terrorismo, era un clochard ubriaco»

Giovedì 8 Giugno 2017 di Marco Perillo
Panico in metro a Napoli, il questore De Iesu: «Nulla a che fare col terrorismo, era un clochard ubriaco»

Nessun atto di terrorismo. In alcun modo può essere considerato tale quel che è accaduto nella metro linea 1 di Napoli questo pomeriggio, quando un clochard svedese di 31 anni, visibilmente ubriaco, ha seminato il panico con un coltello. Parla chiaro il questore di Napoli Antonio De Iesu nell'intervista audio rilasciata al Mattino.it. L'uomo - ci tiene a precisare il numero 1 della Questura - non era affatto mulatto ma di carnagione e occhi chiari. Napoli è pronta a fronteggiare qualsiasi tipo di emergenza; ne è prova il pronto intervento odierno. Sebbene il rischio zero non esista, gli occhi sono bene aperti, racconta De Iesu. Tanto panico oggi, ma una dimostrazione del fatto che le forze dell'ordine sono ben attente e pronte a intervenire. 
 

 

Ultimo aggiornamento: 9 Giugno, 08:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA