Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Anziani e patologie croniche, ecco il progetto «Multiplatage»: convegno al Policlinico Federico II

Lunedì 18 Luglio 2022
Anziani e patologie croniche, ecco il progetto «Multiplatage»: convegno al Policlinico Federico II

I soggetti anziani affetti da multiple patologie croniche rappresentano una popolazione eterogena ad alto rischio di esiti sfavorevoli di salute come istituzionalizzazione, ricovero in ospedale e ri-ospedalizzazione. Linee guida recenti suggeriscono che incrementare le strategie personalizzate di cure integrate e coordinate multidimensionali come interventi sull’alimentazione e lo stile di vita, la appropriata prescrizione di farmaci e programmi di riabilitazione funzionale e cognitiva possono migliorare i risultati clinici e prevenire il declino funzionale e cognitivo.

Implementare questa strategia globale nel mondo reale è tuttavia ostacolato da una distribuzione frammentaria delle cure. Il progetto «Multiplatage», co-finanziato dal Ministero della Salute nell’ambito del «Bando Ricerca Finalizzata» e da quattro regioni italiane (Liguria, Piemonte, Campania e Calabria),andrà a sviluppare e implementare un programma di intervento multimodale e strategie comuni per migliorare la gestione personalizzata dei soggetti anziani affetti da multi-morbidità e poli-terapia. Tali interventi includono: un modello di cura transizionale in un’area protetta domiciliare utilizzando sistemi di alta tecnologia per il monitoraggio dei parametri clinici, funzionali e motori; un innovativo sistema di cura domiciliare che utilizza analizzatori biometrici, rilevatori di movimento e «pill boxes», così come servizi domiciliari di lavanderia e di ristorazione allo scopo di migliorare le attività della vita quotidiana e ridurre l’uso inappropriato di servizi sanitari e farmaci; programmi di appropriata prescrizione farmacologica in soggetti anziani in poli-terapia che vivono al proprio domicilio o in strutture residenziali di lungodegenza per definire linee guida di riconciliazione terapeutica; • programmi di tele - riabilitazione domiciliare per migliorare la mobilità, l’equilibrio e le funzioni cognitive e ridurre il rischio di decadimento cognitivo e funzionale. 

Video

Il progetto «Multiplatage» vede la partecipazione di enti del servizio sanitario nazionale (EO Ospedali Galliera ed Ospedale Policlinico San Martino di Genova, Università Federico II di Napoli, A.o.u maggiore della Carità di Novara, Aou «Mater Domini di Catanzaro, Asp Crotone e Istituto S.Anna sempre di Crotone) e le relative quattro regioni di appartenenza, mentre il ruolo di centro coordinatore del progetto nel suo insieme è svolto dall’Ente Ospedaliero Ospedali Galliera (Principal Investigator: Professore Alberto Pilotto).

Ultimo aggiornamento: 14:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA