Napoli choc, vandalizzata l'opera in memoria di Pino Daniele ai Quartieri Spagnoli

Martedì 5 Giugno 2018 di Emanuela Sorrentino

L'immagine di Pino Daniele con la sua chitarra e i versi di «A me me piace 'o blues» da questa mattina non danno più il benvenuto a cittadinie turisti a Vico Due Porte a Toledo, all'inizio dei Quartieri Spagnoli e a pochi passi dalla fermata della metro.

Nella notte qualcuno ha tirato giù dal muro l'installazione in polistirolo e l'ha lasciata per terra, a pochi giorni dal concerto del San Paolo in cui tantissimi artisti ricorderanno il cantautore napoletano. «Facciamo tanto per abbellire questa strada - spiega Salvatore Visone, che ha un negozio di parrucchiere in zona - e poi ci scontriamo con quesi vandali. Il nipote di Tullio De Piscopo che lavorava il polistirolo mi aveva regalato la sagoma della chitarra per appenderla in Vico Due Porte a Toledo e ricordare Pino Daniele, dove già c'erano immagini di Maradona, Troisi e di altri personaggi che hanno portato in alto Napoli. E dove naturalmente si celebra da un po' anche il grande Pino Daniele. Le sorelle Talarico hanno dipinto il suo volto ed è venuta fuori questa opera d'arte così fotografata da napoletani e turisti. Un peccato vedere questo “lavoro sinergico” distrutto. Ma lo recupereremo».

Postatissimi su facebook e instagram le foto e i selfie dei passanti in Vico Due Porte a Toledo con alle spalle la chitarra di Pino, il suo volto e le canzoni del cuore. Lo strumento musicale e il viso di Pino erano, infatti, il biglietto da visita del 'vicolo delle Stelle', così come è stata soprannominata questa strada che da qualche anno era però soprattutto dedicata al cantautore napoletano, con le sue immagini e le canzoni più note scritte su sagome in polistirolo.

Ultimo aggiornamento: 19:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA