Pizza patrimonio Unesco, superato il milione di firme

Obiettivo centrato. Anzi di più. Le firme a sostegno dell'arte dei pizzaiuoli napoletani Patrimonio Unesco ha superato il milione di firme. Ad annunciarlo è Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della Fondazione UniVerde e promotore dell'iniziativa. «Siamo a un milione e 38mila firme - ha detto Pecoraro Scanio - con le 150.000 firme raggiunte in Giappone, le 30.000 arrivate dai pizzaioli e mulino Caputo da Las Vegas, le ulteriori 30.000 consegnatemi da Rossopomodoro con l'attore Lello Arena e le altre 80.000 raccolte da Coldiretti nei 1000 mercati di Campagna Amica». Così, lunedì, a Parigi, il milione e più di firme a sostegno della pizza saranno portate a Parigi in occasione del campionato francese dei pizzaioli 'Parizzà«. E sarà quella l'occasione anche per presentare l'arte dei pizzaioli napoletani, nella sede mondiale Unesco »assieme alla nostra ambasciatrice Vincenza Lomonaco, al presidente nazionale di Coldiretti Roberto Moncalvo, al presidente di Apn Sergio Miccù e a Salvatore Cuomo che arriverà appositamente da Tokyo con le firme raccolte in Asia«. Il prossimo obiettivo è raggiungere 1 milione e mezzo di firme entro il prossimo Pizza Village, che si terrà a settembre 2016 a Napoli. »La campagna continuerà in tutto il mondo sulla piattaforma web change.org - ha concluso - e con iniziative per coinvolgere i 200 paesi membri dell'Unesco e rafforzare anche in Italia il sostegno a questa grande azione di sostegno delle nostre tradizioni culturale e del Made in Italy. Questo risultato è stato raggiunto grazie a tutti i sostenitori della petizione #pizzaUnesco in Italia e nel mondo«.
Sabato 12 Marzo 2016, 16:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP