Pompei, 14enne belga incide il suo nome sugli affreschi

Mercoledì 29 Luglio 2015 di ​Susy Malafronte

Pompei. Gli scavi ancora “ostaggio” di atti vandalici. Un 14enne belga è stato sorpreso mentre incideva, con una pietra appuntita, il suo nome e le iniziali del cognome sulla parete affrescata delle Terme Stabiane.
Ad accorgersi è stato il custode Eligio D’Auria che ha immediatamente chiesto aiuto all’ufficio coordinamento. L’intonaco affrescato, che ha subito un visibile danno, è situato sul muro adiacente alla piscina collocata sul lato ovest delle Terme. Il coordinatore degli addetti alla vigilanza, Franco Bella, ha allertato i carabinieri del posto fisso degli scavi, coordinati dal brigadiere Domenico Pocobello. Il piccolo vandalo è stato denunciato e consegnato alla tutela dei genitori. Ilias voleva lasciare un segno del suo passaggio nella città eterna, così che tutto il mondo avrebbe potuto leggere il suo nome. Ultimo aggiornamento: 09:21