Ponticelli, assessori al cimitero: videocamere dopo i furti di Natale

Domenica 9 Gennaio 2022 di Alessandro Bottone
Ponticelli, assessori al cimitero: videocamere dopo i furti di Natale

Furti e degrado nel cimitero di Ponticelli, quartiere nella zona orientale di Napoli, sono ora all'attenzione della giunta comunale guidata dal sindaco Gaetano Manfredi. Questa mattina il vicesindaco Maria Filippone e l'assessore con delega ai cimiteri Vincenzo Santagada hanno visitato il camposanto di via Argine.

Accompagnati dal consigliere comunale Massimo Cilenti, dal presidente della VI municipalità (Barra, Ponticelli, San Giovanni a Teduccio), Sandro Fucito, e da alcuni consiglieri municipali, gli assessori hanno svolto un sopralluogo nella struttura interessata dai furti registrati durante le festività natalizie. Nel corso dei due episodi - uno poco prima del giorno di Natale e l'altro nella notte della Befana - sono stati rubati vasi in rame e materiale in ottone dalle lapidi all'interno delle congreghe: interessate due strutture private e una comunale. Fatti che hanno generato particolare scalpore tra i residenti e, in particolare, tra i famigliari dei defunti che si sono dovuti caricare dei costi per l'acquisto di nuovi vasi e fiori. Nei giorni scorsi proprio i consiglieri comunali e municipali si sono fatti portavoce della necessità di controlli nel bene pubblico di Napoli Est così come richiesto, in più occasioni, dal custode comunale e dagli operatori che lavorano nelle congreghe private.

 

La novità di oggi è la volontà di installare un impianto di videosorveglianza lungo il perimetro esterno del camposanto di Ponticelli: nelle prossime ore gli esponenti della giunta comunale si confronteranno sui passaggi necessari alla posa degli occhi elettronici. «Da me sollecitato il Comune risponde. Dopo il vergognoso atto vandalico al cimitero di Ponticelli l'amministratore comunale è subito venuta sul posto», afferma Massimo Cilenti, consigliere comunale del gruppo Napoli Libera, il quale evidenzia gli impegni assunti: oltre la videosorveglianza si cercherà di assicurare la pulizia in giardini e viali del camposanto di via Argine e saranno ripristinati gli infissi rubati dagli edifici comunali già da tempo. Cilenti sottolinea che lavorerà anche per assicurare la messa in sicurezza delle cappelle private degradate poste ai confini cimitero.

Questa mattina gli amministratori locali hanno ascoltato le lamentele di alcuni cittadini provati per i furti avvenuti, prontamente denunciati alle forze dell'ordine. Ad ascoltarli c'era anche Generoso Olivieri, consigliere della VI municipalità del Comune di Napoli, il quale evidenzia anche un altro problema posto dai dipendenti comunali: il conflitto di competenze rispetto alle varie mansioni tra le diverse unità che intervengono nei cimiteri, come gli operatori della Napoli Servizi o quelli delle ditte private che operano tramite appalto. Di qui l’impegno del competente assessore a verificare e a “risolvere” le ambiguità.

Da tempo Il Mattino ha evidenziato la necessità di intervenire per ripristinare decoro e sicurezza nel cimitero di Ponticelli raccontando e denunciando il degrado che riguarda tombe e altri manufatti funebri. Dalla chiesa chiusa per inagibilità alle lapidi distrutte dal maltempo, dall'usura delle fontane alla sporcizia nei diversi giardinetti fino ai vari episodi anomali degli ultimi anni. In molti ricorderanno le scritte volgari contro gli operatori cimiteriali e i diversi furti avvenuti in passato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA