Ponticelli, la nuova opera nel «parco dei murales»

Mercoledì 10 Febbraio 2016 di Alessandro Bottone
La nuova opera di street art nel parco Merola a Ponticelli (NapolI)

Napoli. È stata inaugurata nel pomeriggio una nuova opera di street art all’interno del Parco Merola, complesso di abitazioni popolari a Ponticelli, quartiere nella periferia orientale di Napoli.

Si tratta del quarto graffito che ricopre un’altra facciata delle palazzine in cui risiedono centinaia di famiglie. L’opera, firmata dall’artista Mattia Campo Dall’Orto, prende spunto dai volti delle persone che vivono in questi stessi palazzi, oggi conosciuti come “il parco dei murales”. Pensate che le immagini di queste opere hanno fatto il giro del mondo attraverso i social networks e stanno facendo conoscere le potenzialità di questo quartiere che troppo spesso è nell’occhio del ciclone della cronaca per la faida camorristica che ha provocato numerose vittime.

Veniamo all’opera. Otto i volti raffigurati, principalmente bambini. Due leggono un libro e dalla loro immaginazione nascono le figure ritratte nella parte più alta. C’è anche il ritratto di un cane: è la mascotte del parco, dicono i bambini presenti. Guardando con attenzione si legge anche una frase di Umberto Eco: “La lettura è un'immortalità all'indietro” per rimarcare il concetto che le storie servono per non dimenticare mai certi valori.

Il progetto - che vuole raccontare l'importanza dei valori emersi dall'ascolto territoriale - è curato da Inward, l’osservatorio che svolge ricerca e sviluppo nell’ambito della creatività urbana. Un intervento di ‪‎street art realizzato con il supporto del Forum Regionale della Gioventù (sezione Campania) e del Comune di Napoli. Hanno collaborato all’iniziativa anche ‘Psicologi in Contatto’, un gruppo di professionisti che sta lavorando, proprio in questi giorni, con gli abitanti del parco offrendo loro una possibilità di ascolto, di vicinanza.

«Si tratta di un grande progetto che non prevede solo la realizzazione di opere murali ma anche una integrazione con altre attività: tra le altre la creazione di una cooperativa di giovani del territorio che cercherà di promuovere anche turisticamente questo quartiere» afferma Salvatore Velotti, Direttore Sviluppo dell’Osservatorio Inward, che descrive anche l’iniziativa parallela svoltasi oggi: la distribuzione di una serie di libri di racconti ai giovanissimi del quartiere. Libri che scambieranno con i loro coetanei e che rappresentano un vero e proprio invito alla lettura. «Ponticelli è un quartiere complesso ma allo stesso tempo ha tante potenzialità: per questo abbiamo scelto questo quartiere», da specificato.

All’inaugurazione era presente anche l’Assessore al Decoro Urbano e allo Sport del Comune di Napoli, Ciro Borriello, che ha detto: «Si tratta di una bella iniziativa che si propone di rappresentare la città e la periferia in maniera diversa attraverso l’arte. Se riusciamo a creare una street art facciamo un’opera meritoria per la città e per la zona di Ponticelli».

© RIPRODUZIONE RISERVATA