Bomba d'acqua su Napoli, scuola chiusa per infiltrazioni dopo i lavori fatti in estate

Venerdì 15 Novembre 2019 di Alessandro Bottone
Bomba d'acqua su Napoli, scuola chiusa per infiltrazioni dopo i lavori fatti in estate

Il maltempo dei giorni scorsi ha provocato diversi danni in città. Anche gli edifici scolastici hanno dovuto fare i conti con le piogge intense ma in particolare con le forti raffiche di vento registrate a inizio settimana.

A Ponticelli è stata chiusa una scuola materna. Si tratta del plesso dell'infanzia dell'istituto comprensivo 49° Toti Borsi Giurleo. Da due giorni i bambini non accedono all'edificio di via Ulisse Prota Giurleo e sono stati trasferiti nel plesso centrale, quello in piazza Vincenzo Aprea, nel cuore del centro storico del quartiere.

LEGGI ANCHE Scuole ancora chiuse a Napoli, esplode la rabbia delle mamme

Il plesso chiuso, scrive la preside in una nota pubblicata sul sito istituzionale, «allo stato attuale presenta delle criticità inerenti le due aule contigue poste nella zona a sinistra dell’edificio nonché una zona centrale del salone di ingresso (luogo in cui peraltro era stata già collocata una classe per motivi di sicurezza)». Nella circolare il dirigente scolastico, la professoressa Chiara Lucia Schiavo, spiega che le quattro classi sono state trasferite nell'altro edificio «in attesa del sopralluogo del SAT della VI Municipalità e delle sue verifiche tecniche». Le attività didattiche e la refezione sono comunque state assicurate a tutti i bambini a partire da oggi.

LEGGI ANCHE Scuole chiuse, delirio social a Napoli: sul web è pioggia di reazioni

La scuola di via Ulisse Prota Giurleo è stata interessata, l'estate scorsa, da diversi interventi di riqualificazione in seguito alle segnalazioni di infiltrazioni d'acqua e ai conseguenti allagamenti che creavano non pochi problemi alle lezioni e alle altre attività scolastiche. Il problema delle infiltrazioni, dunque, sarebbe dovuto essere risolto con i lavori di somma urgenza approvati dal consiglio della VI municipalità (Barra, Ponticelli, San Giovanni a Teduccio) lo scorso 8 luglio. Sono stati spesi 120mila euro per effettuare lavori nella scuola di Ponticelli e in un'altra struttura scolastica (la scuola materna Scialoja in via Pazzigno a San Giovanni a Teduccio). I lavori sono stati effettuati per eliminare gli «evidenti ammaloramenti e rigonfiamenti del manto impermeabile del solaio di copertura e dei cornicioni in facciata» e dunque per eliminare il pericolo connesso al rischio di caduta di intonaco.

Al momento non è stata specificata una data per il rientro dei bambini nel plesso di via Ulisse Prota Giurleo. Dopo la verifica e gli eventuali interventi necessari sarà indispensabile un ulteriore sopralluogo per appurare la mancanza di pericoli agli scolari e al personale. Resta nel pieno degrado il cortile della scuola con erbacce e piante non potate in modo adeguato e quindi negato da diversi mesi ai bambini. I genitori sono preoccupati per i tempi. A ridurre il disagio c’è il fatto che il plesso chiuso è a poca distanza da quello in cui sono stati attualmente trasferiti i piccoli.

Ultimo aggiornamento: 17:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA